Cosa mangiare a Civitavecchia? È questa una delle principali domande che i turisti del Porto ci rivolgono quando arrivano in città.

Civitavecchia, infatti, vanta un’antica e consolidata tradizione culinaria e l’offerta di ristoranti, trattorie e tavole calde accontenta ogni palato, anche il più esigente.

Le ricette più conosciute ed i principali piatti tipici di Civitavecchia sono a base di pesce, strettamente legati alla cucina di mare. Non potrebbe essere altrimenti, dopotutto, vista l’intensa attività di pesca commerciale che avviene lungo la costa.

Ma la cucina civitavecchiese non è solo pesce, e la città ha anche ricca tradizione anche per quanto riguarda i dolci, conosciuti ed apprezzati su tutto territorio nazionale.

Pertanto, senza alcuna pretesa di esaustività, ma guidati dalla necessità di riassumere, vi presentiamo le 10 cose da mangiare a Civitavecchia!

Gustatevi, è proprio il caso di dirlo, questa TOP 10…abbiamo già l’acquolina in bocca! E voi?

1. Zuppa di Pesce Civitavecchiese

La zuppa (o minestra) di pesce Civitavecchiese è senza dubbio uno dei piatti più conosciuti ed apprezzati della città: un vero must che troverete in tutti i ristoranti di mare.

Si prepara a partire da un pesto di aglio, peperoncino e acciughe e si mette il tutto in un tegame con l'olio al quale si aggiungono crostacei, molluschi di mare e un bicchiere di vino. Si lascia cuocere a fuoco lento versando nella pentola un po' d'acqua insieme a concentrato di pomodoro e pelati. Quando il sugo si inizia ad asciugare si aggiunge il pesce.

Una volta che il pesce è cotto si serve con crostini di pane spalmati d'aglio accompagnata da un bicchiere di vino.

Zuppa di Pesce Civitavecchiese

Zuppa di Pesce Civitavecchiese

2. Calamari Ripieni

Altra importante ricetta della tradizione, i Calamari Ripieni non possono mancare durante la vostra visita gastronomica di Civitavecchia.

Il ripieno viene generalmente preparato con pane grattugiato, aglio, olio, uova, prezzemolo, peperoncino ed i tentacoli del calamaro tritati, mentre il corpo viene cucinato in un tegame con olio e vino bianco lasciato ad evaporare.

Calamari Ripieni alla Civitavecchiese

Calamari Ripieni alla Civitavecchiese

3. Polpetti Affogati alla Civitavecchiese

Tra i secondi a base di pesce, immancabili anche i celebri Polpetti Affogati alla Civitavecchiese!

Per cucinare questa gustosa ricetta, si deve preparare innanzitutto un soffritto con olio d'oliva, aglio tritato, prezzemolo, a cui aggiungere i polipetti lavati e puliti, lasciandoli rosolare in un tegame.

Si aggiunge un mezzo bicchiere di vino bianco e si versa infine un mestolo di acqua bollente lasciando cuocere lentamente con il tegame coperto. Il piatto è pronto!

Polipetti Affogati alla Civitavecchiese

Polipetti Affogati alla Civitavecchiese

4. Lumachelle (lumachine) di Mare

Le lumachine di mare (dette anche lumachelle) sono una specialità Civitavecchiese servita sia come antipasto che come secondo.

Dopo aver tritato insieme aglio, prezzemolo e peperoncino si soffrigge con olio insieme a pasta di acciughe

Successivamente si aggiunge passata di pomodoro e si lascia asciugare. Infine si aggiungono le lumachine e si cuoce a fuoco lento sfumando di tanto in tanto con vino bianco. Il piatto è servito!

Lumachine (Lumachelle) di mare Civitavecchiesi

Lumachine (Lumachelle) di mare Civitavecchiesi

5. Fettuccine allo scoglio

Esistono molte varianti di questo classico della cucina di mare, ma generalmente si prepara a partire da un soffritto a base di aglio, olio, peperoncino, mezza acciuga, vino bianco, calamaretti, scampi e prezzemolo e sale al quale si aggiungono gli scampi, le cozze e le vongole, opportunamente preparate in un'altra pentola.

Infine si versa la pasta cotta al dente e la si fa saltare insieme nella padella per qualche minuto finché il piatto è pronto per essere gustato accompagnandolo, possibilmente, con un bel calice di vino bianco.

Fettuccine allo scoglio

Fettuccine allo scoglio

6. Pizza Coperta Civitavecchiese

Se non avete tempo o voglia di cercare un ristorante, ecco allora lo street-food per eccellenza, specialità unica della città: stiamo parlando della pizza coperta civitavecchiese.

Si prepara con una salsa a base di pomodoro, acciughe, prezzemolo, aglio, mozzarella e tanto peperoncino! Un prodotto gustoso e piccante che troverete in ogni pizzeria della città!

Pizza coperta Civitavecchiese

Pizza coperta Civitavecchiese

7. Pizza di Pasqua Civitavecchiese

Di pizza in pizza, eccoci finalmente arrivati ad una delle specialità più conosciute ed apprezzate della cucina civitavecchiese: la Pizza di Pasqua!

Questo dolce, tradizionalmente consumato la mattina di Pasqua per colazione è noto per la sua lunga e laboriosa preparazione.

Si inizia a partire dal giorno prima, con la messa a bagno dell'anice stellato nel vermouth per 12 ore circa. Poi si crea un impasto con uova, zucchero, burro e strutto; si aggiungono vaniglia, cannella, l'anice preparato, latte, liquore (sambuca o alchermes) e si amalgama il tutto con la farina. Una volta che l'impasto è pronto ha inizio la fase della lievitazione (24 ore).

In passato le massaie usavano disporre i testi su un letto e li coprivano con pesanti coperte di lana in attesa che la pasta lievitasse durante tutta la notte, controllando costantemente la crescita e riscaldando le coperte con un ferro caldo per mantenere alta la temperatura.

Durante le feste pasquali, la potete trovare nei migliori bar pasticcerie della città, pertanto se passate in città non fatevela sfuggire!

La Pizza di Pasqua Civitavecchiese

La Pizza di Pasqua Civitavecchiese

8. I Biscottini di Natale

E si sa che dopo Pasqua viene Natale e allora eccovi un'altra golosissima specialità da assaggiare sotto le feste! Stiamo parlando dei famosissimi Biscottini di Natale di Civitavecchia!

Se non riuscite ad assaggiarne qualcuno fatto in casa, come vuole la tradizione, li potete sempre trovare nelle migliori pasticcerie e bar della città.

La ricetta tradizionale vuole che tra gli ingredienti dell'impasto ci siano almeno mandorle tostate, canditi e cioccolata ma ogni famiglia ha la sua ricetta personalizzata in base ai gusti e alle preferenze: chi mette più cioccolato, chi meno, chi le nocciole al posto delle mandorle, chi un goccio di rum, chi li prepara senza canditi e via dicendo....insomma ogni anno inizia una competizione tra le famiglie di amici e conoscenti su quali siano i migliori e prima del 23 dicembre ci si scambia dei pacchettini con i biscottini fatti in casa!

I Biscottini di Natale Civitavecchiesi

I Biscottini di Natale Civitavecchiesi

9. Fave da Morto Civitavecchiesi

Le Fave da Morto sono dei biscotti a base di mandorle che si preparano in occasione della commemorazione dei defunti, il 2 novembre.

Il nome di questi dolcetti si deve ad una antica leggenda: si dice infatti che la notte tra il 1° e il 2 novembre, i defunti vengano a fare visita al mondo dei vivi, e questi offrono loro dei dolcetti in segno di ringraziamento e commemorazione.

Nella variante tipica di Civitavecchia, si preparano con un impasto a base di uova, burro, zucchero, liquore, lievito e cannella al quale si aggiungono le mandorle tritate dolci e amare; si formano quindi delle piccole palline leggermente schiacciate e si lasciano in forno preriscaldato per circa 15-20 minuti a 170C°.

Fave da Morto Civitavecchiesi

Fave da Morto Civitavecchiesi

10. Frittelle di San Giuseppe

Il 19 marzo, in onore della festa del Papà, è tradizione preparare queste golosissime frittelle di riso, noto appunto come Frittelle di San Giuseppe!

Si tratta di una ricetta semplice ma molto golosa: innanzitutto si lascia bollire il riso in mezzo litro di latte, poi si aggiungono una noce di burro, zucchero, uova, rum, cannella, lievito, scorza di limone grattugiato ed uva passa.

Quando l'impasto è pronto, si lascia riposare per qualche prima di immergerlo nell'olio caldo. Infine non appena le frittelle hanno assunto un colore dorato si cospargono abbondantemente di zucchero e non ci resta che mangiarle!

Faremo anche questa fatica per voi!

Frittelle di riso di San Giuseppe

Frittelle di riso di San Giuseppe

Scegliere 10 ricette per rappresentare la vasta offerta gastronomica di Civitavecchia era un'impresa a dir poco ardua! Siamo consapevoli che questo articolo non potrà mai raccontare compiutamente tutto quello che la città ha da offrire, ma se almeno vi abbiamo fatto venire fame, allora possiamo dire: missione compiuta!

p.s. aiutateci a migliorare questa pagina: ogni suggerimento e/o correzione è ben accetto! Condividi questo post su Facebook, Twitter o Google+ e scrivici un commento qui in basso.

Dopo una bella mangiata non c'è niente di meglio di una sana passeggiata! Ecco allora una serie di suggerimenti per andare alla scoperta di Civitavecchia e dei suoi luoghi simbolo più belli!

IL CENTRO STORICO
IL PORTO STORICO
LE TERME DELLA FICONCELLA
IL MERCATO 
10 COSE DA VEDERE
Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (2 votes)

condivisioni