Visitare i Musei Vaticani è una di quelle esperienze che andrebbero provate almeno una volta nella vita!

Un lungo viaggio per oltre venti secoli di arte e storia in un susseguirsi incalzante di emozioni che vi lascerà a bocca aperta. La Cappella Sistina, le stanze di Raffaello e la Pinacoteca sono solo la punta di diamante di una collezione che vanta opere di inestimabile valore. Siete pronti per iniziare questo viaggio?

Raccontare i Musei Vaticani è una vera impresa! Difficile trovare le giuste parole per descrivere questa incredibile raccolta. Come sempre cercheremo di fornirvi preziosi consigli per evitare la fila, entrare gratis e scoprire tante informazioni utili per organizzare al meglio la vostra visita.

MUSEI VATICANI: UN PO' DI STORIA

L'origine dei Musei Vaticani è piuttosto singolare! Tutto ha inizio nel 1506 dal ritrovamento di una statua raffigurante Laocoonte, personaggio della mitologia greca. L'opera raffigura un episodio narrato da Virgilio nell'Eneide: Laocoonte, poichè aveva predetto l'inganno del cavallo di Troia ideato da Ulisse, viene punito dagli dei che scagliano contro i suoi figli due enormi serpenti. Si tratta di una delle statue più famose dell'antichità!

Musei Vaticani - La Statua di Laocoonte nel Cortile Ottagono

Musei Vaticani - La Statua di Laocoonte nel Cortile Ottagono

Papa Giulio II, venuto a sapere del ritrovamento della statua, chiama subito a raccolta Michelangelo Buonarroti e Giuliano da Sangallo per attestarne l'autenticità. Avendo ricevuto conferma dai due artisti, decide pertanto di acquistare immediatamente la scultura ed esporla in Vaticano insieme ad altre statue in quello che diventerà il "Cortile delle Statue", oggi Cortile Ottagono.

Il Cortile Ottagono si trova all'interno del vasto Museo Pio Clementino fondato da Papa Clemente XIV nel 1771, ed ospita prevalentemente sculture di epoca greco-romana tra le quali oltre al Laocoonte spicca l'Amazzone Mattei, copia di un originale perduto di Fidia, realizzato in bronzo nella seconda metà del V secolo a.C. e l'Apoxyómenos, copia romana risalente all'età claudia di un originale in bronzo di Lisippo del 330-320 a.C..

 

Da quel primo nucleo di statue sono nati i Musei Vaticani, considerati oggi tra i più importanti musei del mondo. I Pontefici che si sono succeduti hanno raccolto e conservato nel tempo tra i più alti capolavori dell’arte di tutti i tempi che oggi potete ammirare con i vostri occhi.

Una spettacolare panoramica dall'alto del complesso dei Musei Vaticani

Una spettacolare panoramica dall'alto del complesso dei Musei Vaticani

COSA VEDERE AI MUSEI VATICANI?

Con oltre 70.000 oggetti esposti su un estensione di 42.000 metri, capirete bene che vedere tutto in un unica visita è semplicemente impossibile! Indubbiamente molto dipende anche dal tempo che avete a disposizione, ma noi vi consigliamo di scegliere prima cosa vedere ed evitare di uscire dai musei con la sensazione di smarrimento. Rischierete infatti di vedere tutto e niente!

Ma cosa scegliere? Come orientarsi all'interno di questo sterminato mare di opere senza rischiare di finire affogati? Incominciamo innanzitutto con il dire che l'intera struttura è composta principalmente da due parti: i Musei e numerose sale ed ambienti dei Palazzi Vaticani. Vi riportiamo per chiarezza uno schema generale.

I Musei:

  • La Pinacoteca Vaticana: contiene opere di pittori come Giotto, Leonardo, Raffaello e Caravaggio.
  • La Collezione d'arte religiosa moderna: raccoglie opere di artisti come Francis Bacon, Carlo Carrà, Marc Chagall, Salvador Dalí, Giorgio de Chirico, Felice Mina, Paul Gauguin, Wassily Kandinsky, Henri Matisse e Vincent van Gogh.
  • Il Museo Pio-Clementino (Cortile Ottagono): Papa Clemente XIV fondò il museo vaticano Pio-Clementino nel 1771, e originariamente fu adibito alla raccolta di opere antiche e rinascimentali. Il museo e la sua collezione furono ampliati dal successore Papa Pio VI. Oggi il museo ospita antiche sculture greche e romane.
  • Il Museo missionario-etnologico: venne fondato da Papa Pio XI nel 1926 ed accoglie opere di carattere religioso, provenienti da tutte le parti del mondo.
  • Il Museo gregoriano Egizio: fondato da Papa Gregorio XVI, il museo ospita una vasta collezione di reperti dell'antico Egitto comprendent papiri, mummie, il famoso Libro dei morti e la Collezione Grassi.
  • Il Museo gregoriano Etrusco: fondato da Papa Gregorio XVI nel 1836, questo museo dispone di otto gallerie ed ospita importanti reperti di epoca etrusca, provenienti dagli scavi archeologici. Tra questi vasi, sarcofagi, bronzi e la nota Collezione Guglielmi.
  • Il Museo Pio Cristiano e Il Museo Gregoriano Profano.
  • Il Padiglione delle Carrozze, che conserva alcuni dei veicoli con i quali si spostavano i papi nel passato, fa parte del Museo Storico Vaticano, la cui sede principale si trova nel Palazzo del Laterano.
  • Il Museo Filatelico e Numismatico.
  • Il Museo della Biblioteca Apostolica Vaticana.
  • Il Museo Chiaramonti: prende il nome da Papa Pio VII Chiaramonti, che lo fondò agli inizi del XIX secolo. E' composto da:
    • La Galleria Chiaromonti, dove sono esposte numerose sculture, sarcofagi e fregi;
    • La nuova ala, detta Braccio Nuovo, costruita da Raffaele Stern, che ospita celebri statue;
    • La Galleria Lapidaria, che contiene più di 3.000 pezzi di iscrizioni, epigrafi e monumenti, che rappresentano la più grande collezione del mondo di questo tipo di manufatti. Aperta ai visitatori solo su richiesta, generalmente per motivi di studio.

I Palazzi Vaticani

  • Le Gallerie:
    • La Galleria dei Candelabri;
    • La Galleria degli Arazzi
    • La Galleria delle Carte Geografiche
  • Le Cappelle:
    • La Cappella Sistina
    • La Cappella Niccolina
    • La Cappella di Urbano VIII
  • Le Stanze o Sale:
    • La Sala della biga
    • L'Appartamento di San Pio V
    • La Sala Sobieski
    • La Sala dell'Immacolata
    • Le Stanze di Raffaello
    • La Loggia di Raffaello
    • La Sala dei Chiaroscuri
    • L'Appartamento Borgia
 
La media di visitatori ai Musei Vaticani è di circa 30.000 al giorno!

La media di visitatori ai Musei Vaticani è di circa 30.000 al giorno!

Come avrete già capito ci troviamo difronte a qualcosa di semplicemente immenso. Anche avendo a disposizione 2 intere giornate non riuscireste mai ad apprezzare compiutamente l'intera raccolta.

Noi possiamo solo consigliarvi alcune sale ed alcune collezioni ma la scelta finale spetta a voi in base ai vostri interessi: arte antica, medioevale, rinascimentale o arte moderna? E' proprio il caso di dire che qui c'è l'imbarazzo della scelta!

7 COSE DA VEDERE AI MUSEI VATICANI

Senza nessuna pretesa di esaustività ma solo per semplificarvi un pò la vita abbiamo pertanto pensato di proporvi una sorta di Best Of dei Musei Vaticani: 7 cose che secondo noi non potete assolutamente perdervi durante la vostra visita.

Purtoppo bisogna spesso fare i conti con il tempo e quindi perchè sprecarlo quando si può andare a colpo sicuro? Se vi siete "persi" tra le tantissime opere, sale e gallerie dei musei, leggete allora il nostro articolo 7 Cose da Vedere ai Musei Vaticani. 

Musei Vaticani

Musei Vaticani

MUSEI VATICANI: CONSIGLI UTILI PER LA SOPRAVVIVENZA

Uno dei principali ostacoli tra voi e i Musei Vaticani è rappresentato dalla fila chilometrica che troverete all'ingresso. Anche arrivando presto è facile trovare già moltissime persone: non dimenticate che dopo il Louvre di Parigi i Musei Vaticani sono in assoluto il museo più visitato al mondo.

Come fare? Nel box in fondo all'articolo trovate tutti i dettagli che vi invitiamo a leggere ma intanto vi anticipiamo che una soluzione c'è e si chiama biglietto online. Costa 4€ in più rispetto al prezzo del biglietto ma le vale davvero tutte! Fatelo e ci ringrazierete.

Se invece la lunga fila non vi spaventa e proprio non volete spendere questo extra allora vi consigliamo di recarvi ai musei di mercoledì mattina verso le 10:00. Vi starete chiedendo...perchè proprio questo orario?

Perchè ogni mercoledì mattina alle 10:30 in Piazza San Pietro si svolgono le Udienze Papali durante le quali il Santo Padre accoglie i pellegrini ed i visitatori venuti a ricevere la benedizione apostolica. Un pò di fila la trovate lo stesso, ma generalmente è più ridotta rispetto agli altri giorni! La scelta spetta a voi.

Il cortile della Pigna con il monumento bronzeo di Arnaldo Pomodoro

Il cortile della Pigna con il monumento bronzeo di Arnaldo Pomodoro

E LA CAPPELLA SISTINA?

Pensavate davvero che ci fossimo dimenticati della Cappella Sistina? Al grande capolavoro di Michelangelo Buonarroti abbiamo dedicato un articolo intero! Leggete il nostro articolo dedicato alla Cappella Sistina e scoprire la storia ed i segreti che si nascondono dietro gli affreschi ma anche orari, informazioni e consigli utili per rendere indimenticabile la vostra visita.

Saremo banali ma secondo noi la Cappella Sistina occupa il primo posto tra le cose da vedere ai Musei Vaticani. Alcuni preferiscono lasciarsela per ultima, mentre altri la visitano subito per paura di non avere poi più tempo. Pianificate con attenzione la visita in base alle vostre preferenze cercando quindi di riservare lo spazio per il capolavoro di Michelangelo Buonarroti.

E nel frattempo che ci pensate, che ne dite di ammirarla grazie a questa spettacolare visuale fotografica in 3D della cappella Sistina?

Adesso leggete il box info in fondo alla pagina per tutti i dettagli e scoprire anche come entrare gratis ai Musei Vaticani!

Info utili

Musei Vaticani
Fax: +39 06 69885100
Telefono: +39 06 69883145 | 06 69884676 | info 06 6982

COME ARRIVARE

Da Porto di Civitavecchia: Raggiungete la Stazione Ferroviaria di Civitavecchia e salite sul primo treno regionale in direzione Roma. Scendete alla Stazione di Roma Termini e da qui prendete la Metropolitana (Linea A) in direzione Battistini e scendete alla fermata Cipro - Musei Vaticani o in alternativa la fermata Ottaviano - San Pietro.

Dall'Aeroporto Leonardo da Vinci (Fiumicino)
Treno Leonardo Express fino alla Stazione Termini e da qui seguire le stesse indicazioni per la metro Linea A.
Dall'Aeroporto di Ciampino
Pullman Terravision fino alla Stazione Termini e da qui seguire le stesse indicazioni per la metro Linea A. La corsa in taxi da entrambi gli aeroporti impiega all'incirca 40 minuti.
Bus (fermate)
49, di fronte all'ingresso dei Musei
32, 81, 982, Piazza del Risorgimento (capolinea) (5 minuti a piedi)
492, 990, Via Leone IV / Via degli Scipioni (5 minuti a piedi).
Tram
19, Piazza del Risorgimento (5 minuti a piedi).
ORARI
Lunedì - Sabato: entrata dalle 9:00 alle 16:00 | chiusura ore 18:00 (uscita dalle sale mezz'ora prima della chiusura)
Giorni di chiusura: Domenica, ad eccezione dell'ultima di ogni mese (con ingresso gratuito 9:00/12:30 e chiusura 14:00), purché non coincida con la Santa Pasqua, 8, 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio, 11 febbraio, 19 marzo, 5 e 6 aprile, 1 maggio, 29 giugno, 15 agosto
PREZZI
Il biglietto d'ingresso ai Musei Vaticani include anche la visita alla Cappella Sistina.
Intero:  € 16,00
Ridotto: € 8,00
Speciale Scuole:  € 4,00
 
* Per evitare le lunghe code vi consigliamo vivamente di acquistare online il biglietto pagando un supplemento di € 4,00. Fatelo e ci ringrazierete!
* Per ulteriori informazioni sulle riduzioni dei biglietti, sulle modalità previste e per effettuare l'acquisto online andate sul sito ufficiale
* L'ultima domenica del mese l'ingresso è gratuito. Sembrerà ovvio ma vi ricordiamo che le code si moltiplicano in questa occasione!
Vota il contenuto: 
4
Media: 4 (1 voto)

condivisioni