DURATA

9-10 ore

Difficoltà

Media

Budget

Media

Le tappe dell'itinerario

  1. Musei Vaticani

    I Musei Vaticani: orari, biglietteria, prenotazioni, come entrare gratis, senza fila e altre info utili per visitare la più grande collezione d'arte al mondo

  2. La Cappella Sistina

    Visitare la Cappella Sistina di Michelangelo! Orari, prenotazioni e consigli utili per scoprire questa incredibile opera

  3. La Basilica di San Pietro

    Tutto sulla Basilica di San Pietro: storia, arte, la pietà di Michelangelo, la cupola e tante info utili su orari, biglietti e collegamenti.

  4. Piazza San Pietro

    Descrizione e informazioni utili su Piazza San Pietro, la piazza della Basilica di Roma

  5. Castel Sant'Angelo

    Orari, prezzi dei biglietti e info utili per visitare Castel Sant'Angelo a Roma

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

Se vi trovate qui probabilmente avrete già letto il primo giorno dell'itinerario "Visitare Roma in 3 giorni". Se non l'avete ancora fatto vi consigliamo di cliccare sul link in alto.

1. Oggi entreremo nella Città del Vaticano, quartier generale della Sacra Romana Chiesa, che con meno di 1000 abitanti è lo stato più piccolo al mondo. Qui si trova una delle collezioni di opere d’arte più grande al mondo. Stiamo parlando proprio dei Musei Vaticani, prima imperdibile tappa della giornata!

Visitare i Musei Vaticani è un'esperienza che andrebbe provata almeno una volta nella vita! Raggiungere l'ingresso dei musei è facilissimo, basta scendere alla fermata della metropolitana Cipro-Musei Vaticani (linea A).

Musei Vaticani

Musei Vaticani

Un lungo viaggio per oltre venti secoli di arte e storia in un susseguirsi incalzante di emozioni che vi lascerà a bocca aperta. Ma cosa vedere ai Musei Vaticani?

Con oltre 70.000 oggetti esposti, capite bene che vedere tutto in un’unica visita è impossibile! Molto dipende anche dal tempo che avete a disposizione, ma il nostro consiglio è scegliere in anticipo cosa vedere così da non perdere tempo inutilmente e lasciarvi anche la voglia di tornare.

Per vostra fortuna abbiamo preparato una serie di consigli utili per organizzare al meglio la visita. Nel frattempo leggete anche il nostro articolo 7 Cose da Vedere ai Musei Vaticani.

  1. Prenotate online il biglietto e saltate la fila! 4€ in più sul prezzo, ma le vale davvero tutte! Come? Cliccate qui.
  2. Scegliete prima cosa volete vedere: se vi serve aiuto leggete questo articolo.
  3. Vestitevi in modo appropriato! Il Vaticano ha un suo dress-code: ginocchia e spalle devono essere coperte in segno di rispetto.
  4. Indossate scarpe comode e portatevi un piccolo zaino con uno snack e dell'acqua.
  5. Portate una macchina fotografica: ad eccezione della Cappella Sistina potete fotografare la maggior parte dei luoghi all’interno dei musei. Segnali indicano quando è consentito l'uso del flash.

2. La Cappella Sistina si trova a conclusione del percorso dei Musei Vaticani e vi si può accedere dall'imponente Sala Regia.

Michelangelo Buonarroti ha dedicato quasi 10 anni della sua vita per realizzare gli affreschi che ne ricoprono la volta, tra cui la famosissima Creazione di Adamo ed il grande affresco del Giudizio Universale sulla parete sopra l'altare. Capolavori assoluti dell'arte, amati e celebrati in tutto il mondo.

La cappella è conosciuta anche per essere la sede ufficiale del Conclave, ovvero la sala in cui i cardinali si riuniscono per eleggere il nuovo Papa.

Leggi il nostro articolo dedicato alla Cappella Sistina per scoprirne la storia tra aneddoti e curiosità.

La Cappella Sistina

La Cappella Sistina

3. Per uscire dai Musei Vaticani potete prendere la famosa scala elicoidale progettata da Giuseppe Momo oppure passare attraverso una porta segreta che vi condurrà direttamente nella Basilica di San Pietro. Teoricamente questo passaggio è riservato alle visite di gruppo ma spesso viene lasciato aperto a tutti i visitatori. Se riuscite ad accedere risparmierete parecchio tempo.

La Basilica di San Pietro, oltre ad essere una grande opera d'arte in sé, ne è altresì un grande contenitore. Basti pensare che in oltre un secolo si sono succeduti architetti quali Bramante, Raffaello, Antonio da Sangallo il Giovane, Peruzzi, Michelangelo, Giacomo della Porta e Maderno.

L'interno della Basilica di San Pietro

L'interno della Basilica di San Pietro

All'interno della Basilica si conservano una quantità indescrivibile di capolavori assoluti, tra cui la famosissima Pietà di Michelangelo ed il magnifico Baldacchino di San Pietro. Da non perdere anche la statua in bronzo di San Pietro, la Tomba di Leone XI, il monumento a Pio VII, la Tomba di Alessandro VII, le Grotte Vaticane ai livelli inferiori nelle quali si trova la Tomba di Paolo II, le sale ottagonali, gli organi e moltissime altre statue marmoree di santi e personaggi illustri.

Uscendo dalla Basilica, sulla destra trovate la scala che conduce alla Cupola, emblema stesso della basilica e uno dei simboli di Roma. Salite tutti i 551 gradini (€5) per arrivare in cima, oppure prendete l’ascensore (€7) che vi porterà fino alla terrazza e proseguite a piedi per i restanti 320 gradini.

Una volta raggiunto il punto più alto della Basilica, vi aspetta una fantastica panoramica di Roma, con Piazza San Pietro, Castel Sant’Angelo e il fiume Tevere sullo sfondo.

La Cupola della Basilica

La Cupola della Basilica

4. Piazza San Pietro è un vero e proprio capolavoro di architettura partorito dal genio di Gian Lorenzo Bernini: una grande ellissi di 240 metri che con il suo colonnato abbraccia simbolicamente tutti i suoi fedeli.

Al centro si erge l'Obelisco Vaticano sorretto alla base da quattro leoni di bronzo mentre in corrispondenza dei due fuochi dell'ellissi si trovano le due fontane.

Una spettacolare veduta di Piazza San Pietro dall'alto

Una spettacolare veduta di Piazza San Pietro dall'alto

L'intera piazza è larga circa 340 metri mentre l'ellisse ha un arco ampio 240 metri. L'ellisse è parzialmente chiusa su entrambi i lati da colonnati formati da 284 colonne e 88 pilastri. Sulle balaustre in cima ad ogni colonnato poggiano un totale di 140 statue raffiguranti dei santi cattolici. Infine, alla base della grande scalinata che conduce alla Basilica si trovano le due grandi statue di San Pietro e San Paolo raffigurati nell'atto di salutare i fedeli.

Vi sveliamo un piccolo segreto: nei pressi dell’obelisco, da una pietra posta sulla pavimentazione della piazza si ha come l’impressione di vedere una sola fila di colonne anziché quattro, essendo queste perfettamente in fila. Tutto il resto lo scoprite leggendo il nostro articolo dedicato alla piazza.

5. Lasciate adesso Piazza San Pietro per raggiungere l'ultima tappa della giornata.

Dirigetevi lungo Via della Conciliazione che tra ambulanti, venditori di souvenir, tour operator e bus panoramici, è un continuo brulicare. Voltatevi pure per un ultimo saluto alla Basilica e proseguite dritto. Man mano che avanzate vedrete avvicinarsi sempre più il maestoso edificio di Castel Sant'Angelo.

Castel Sant'Angelo ed il Ponte dell'Angelo

Castel Sant'Angelo ed il Ponte dell'Angelo

Realizzato inizialmente per essere il mausoleo funebre dell'imperatore Adriano, questa fortezza è la sede del Museo Nazionale di Castel Sant' Angelo che ospita collezioni di arte e storia: sculture, dipinti, reperti marmorei, armi, mobili ed oggetti di varia provenienza.

Sono molte le storie, le leggende e le curiosità che si raccontano su questo misterioso edificio che da sempre esercita un grande fascino. Sapevate che esiste un passaggio "segreto" che collega il castello direttamente con gli edifici del Vaticano? Leggete il nostro articolo su Castel Sant'Angelo per scoprire qualcosa in più!

 

Ed anche questa seconda giornata romana è volta al termine! Prima di salutarci vi consigliamo di leggere l'articolo come muoversi a Roma per raggiungere comodamente il vostro alloggio.

Pronti per il terzo e conclusivo giorno? Cliccate sul link qui in basso per scoprirlo.

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

Vota il contenuto: 
4
Media: 4 (1 voto)

condivisioni