Dopo la prima nave a GNL (Gas Naturale Liquefatto), a Civitavecchia è arrivata anche la prima nave del Mediterraneo a zero emissioni in porto. Dopo la cerimonia di presentazione nel porto di Civitavecchia, la Cruise Roma del Gruppo Grimaldi ritorna operativa nella tratta Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona con un restyling tutto “green”.

Taglio del nastro sulla nuova Cruise Roma

Taglio del nastro sulla nuova Cruise Roma

All’evento sulla nave erano presenti autorità civili e marittime, clienti e partner del Gruppo Grimaldi. In particolare, Mercé Conesa i Pagès, Presidente dell’Autorità Portuale di Barcellona, Ernesto Tedesco, Sindaco di Civitavecchia, Vincenzo Leone, Comandante della Direzione Marittima del Lazio, Francesco Maria di Majo, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Mauro Coletta, Direttore Generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Presente anche Emanuele Grimaldi, armatore e Amministratore Delegato del Gruppo Grimaldi.

Nuove caratteristiche della Cruise Roma

Già prima dei lavori di allungamento, la Cruise Roma, insieme alla gemella Cruise Barcellona, era tra i traghetti più grandi al mondo per il trasporto di merci e passeggeri. Adesso, grazie all’aggiunta di un troncone di 29 metri, il traghetto misura 254 metri e ha una stazza lorda di circa 63.000 tonnellate.

Inoltre, la nave può ospitare 3.500 passeggeri, con 499 cabine (per un totale di 1.994 posti letto) e 600 comode poltrone reclinabili. Non solo, i tre ristoranti sono in grado di accogliere 850 persone, 280 in più rispetto a prima, grazie all’aggiunta di un ristorante “Family self-service”. Per finire, per quanto riguarda i veicoli, il ponte auto di 3.000 m2 ha una capacità di 271 automobili, mentre oltre 3.700 metri lineari sono destinati a circa 210 mezzi pesanti. 

La

La "nuova" Cruise Roma a zero emissioni in porto - Fonte: messaggeromarittimo.it

La prima nave del Mediterraneo a zero emissioni in porto

Ma forse la parte più interessante, riguarda il profilo innovativo, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e ottimizzare il risparmio energetico. Nello specifico, sono stati installati quattro scrubber per la depurazione dei gas di scarico al fine di abbattere le emissioni di zolfo fino allo 0,1% in massa – pari a 5 volte meglio di quanto sarà previsto dalla nuova normativa dell’IMO a partire dal gennaio 2020 – e di ridurre il particolato dell’80%. È stato inoltre installato un impianto di mega batterie a litio della capacità di oltre 5 MWh per alimentare la nave durante le soste nei porti senza la necessità di mettere in funzione i diesel-generatori, raggiungendo così l’obiettivo promosso dal Gruppo Grimaldi delle zero emissioni in porto.

L'obiettivo della Cruise Roma è ridurre l'impatto ambientale e ottimizzare il risparmio energetico. Fonte: Ansa.it

L'obiettivo della Cruise Roma è ridurre l'impatto ambientale e ottimizzare il risparmio energetico. Fonte: Ansa.it

Emanuele Grimaldi, l’Amministratore delegato del Gruppo, conclude:

“La ‘nuova’ Cruise Roma rappresenta in modo tangibile, da un lato, la nostra continua ricerca dell’eccellenza e, dall’altro, il nostro impegno per una mobilità sempre più sostenibile” “Il nostro Gruppo continuerà in questa direzione, con l’obiettivo costante di rispondere alla domanda di servizi di trasporto di merci e passeggeri con innovazione, qualità, efficienza e rispetto dell’ambiente”.

Vota il contenuto: 
Media: 5 (1 voto)

condivisioni