“Mi basterebbe essere padre di una buona idea” …è sulle note di Una Buona Idea, brano di Niccolò Fabi, che si apre la cerimonia di apertura per la partenza della Nave della Legalità al Porto di Civitavecchia nella calda giornata di ieri, 22 maggio 2017.

E mentre la canzone va avanti, il ricordo non può che andare ai quei due grandi uomini che ancora oggi insegnano a milioni di studenti il potere delle idee, quelle grandi, in grado di sconfiggere il tempo ed anche la morte.

Il 25esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D'Amelio anche quest’anno è celebrato e ricordato insieme ad oltre 1.000 studenti che ieri sono salpati dal nostro porto per raggiungere Palermo.

Nave della Legalità 2017: alcuni dei tanti studenti in partenza dal Porto di Civitavecchia

Nave della Legalità 2017: alcuni dei tanti studenti in partenza dal Porto di Civitavecchia

Nel tragitto, i ragazzi hanno incontrato le istituzioni e si sono confrontati sull'educazione alla cittadinanza e sull'’importante eredita lasciata da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Sulla nave, così come alla cerimonia di inaugurazione, presenti il presidente del Senato Pietro Grasso, la Ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, il Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini ed il professor Nando Dalla Chiesa.

Alla banchina 16, ieri l’aria era quella dei grandi eventi e l’emozione è stata palpabile: Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, sono anche questo, sono il simbolo di una lotta che non si ferma ma prosegue grazie alle nuove generazioni.

Nave della Legalità 2017: il Presidente Francesco Maria di Majo durante il suo intervento

Nave della Legalità 2017: il Presidente Francesco Maria di Majo durante il suo intervento

Alla cerimonia sono intervenuti oltre ai già citati, anche il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale Francesco Maria di Majo, il Comandante della Capitaneria Giuseppe Tarzia, ma soprattutto i ragazzi e le ragazze delle scuole, accompagnanti dai loro insegnanti, che con le loro letture hanno toccato il cuore di tutti i presenti.

Il presidente Pietro Grasso insieme ad una scolaresca al Porto di Civitavecchia

Il presidente Pietro Grasso insieme ad una scolaresca al Porto di Civitavecchia

"Tanti ragazzi che sono partiti con la nave della legalità negli anni scorsi, mi hanno confidato di conservare come un ricordo prezioso il viaggio a Palermo. Ma questo non è e non deve essere solo un momento di riflessione, ma la tappa di un percorso costante di educazione alla legalità".

Pietro Grasso, presidente del Senato

La nave della legalità anche quest’anno è salpata, con grande onore dal nostro Porto di Civitavecchia e non possiamo che augurarci che il suo viaggio non si concluda mai.

Buon vento!

Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (1 voto)

condivisioni