La piccola chiesa della Vergine delle Grazie, più conosciuta con il nome di Chiesa della Stella, si trova in Piazza Leandra ed è insieme alla Chiesa dell'Orazione e della Morte tra le più antiche di Civitavecchia.

UNA CHIESA DALLE ORIGINE ANTICHE

La chiesa è sede della Arciconfraternita del Gonfalone, fondata da San Bonaventura nel 1274. La tradizione vuole che San Bonaventura, prima di imbarcarsi per Lione, passò a Civitavecchia dove, aderendo alla richiesta di numerosi fedeli, fondò una confraternita che prese appunto il nome di Compagnia del Gonfalone.

La facciata della piccola Chiesa della Stella

La facciata della piccola Chiesa della Stella

Durante le lotte e le sollevazioni che si svolsero a Roma nel 1354, la Confraternita riuscì a riportare la calma e porre fine alle stragi, in nome della Vergine Maria. La Santa Croce divenne così l'emblema, la bandiera ed il gonfalone di pace e giustizia.

I confratelli, desiderosi di creare una propria chiesa ed un proprio oratorio, richiesero nel 1688 all'Ordinario di Civitavecchia Brancacci, la Chiesa della Stella, che a loro spese ingrandirono, abbellirono e dotarono di ricche sacre suppellettili e opere d'arte.

Tra le varie opere d'arte di rilievo che potete ammirare all'interno della chiesa, figura una preziosa statua in legno della Vergine Maria.

Nel tabernacolo sopra l’altare, è conservata la statua della Madonna delle Grazie, che da alcuni anni, ogni 8 settembre è protagonista di una solenne processione tra le vie del centro e le calate del porto storico.

Infine alle due pareti laterali si trovano due affreschi del pittore locale Ennio Galice (XX secolo): L'Adorazione del Bambino Gesù e Il Cristo Tra Due Santi.

La navata interna della Chiesa della Stella

La navata interna della Chiesa della Stella

Statua della Madonna delle Grazie

Statua della Madonna delle Grazie

Statua del Cristo Morto - Particolare

Statua del Cristo Morto - Particolare

Particolare del dipinto

Particolare del dipinto "Il Cristo tra due Santi"

Particolare del dipinto

Particolare del dipinto "Adorazione del Bambino Gesù"

LA PROCESSIONE DEL CRISTO MORTO

All'interno è possibile ammirare inoltre il pregevole crocifisso ligneo del Cristo Morto. Ogni anno per le strade di Civitavecchia il Venerdì Santo si assiste alla suggestiva Processione del Cristo Morto, una processione con origini antichissime, durante la quale la Statua del Cristo Morto viene trasportata su un carro addobbato ed illuminato dai Confratelli del Gonfalone vestiti in saio bianco e con il volto coperto.

La processione ha inizio all'imbrunire dalla piccola Chiesa della Stella (dove la statua viene prelevata) e prosegue lungo il centro storico di Civitavecchia a lume di torce ed antichi lampioni.

Il punto focale è costituito dai penitenti: uomini e donne incappucciati con pesanti catene legate ai piedi nudi e alcuni di loro portano sulle spalle una croce in legno.

La Statua del Cristo Morto durante la Processione del Venerdì Santo

La Statua del Cristo Morto durante la Processione del Venerdì Santo

Assistere alla Processione del Venerdì Santo è un'esperienza unica! I penitenti, per mantenere l'anonimato, trascinano le loro catene al passo lento e cadenzato dei tamburi della banda musicale. L'intera città di Civitavecchia è raccolta in una drammatica atmosfera di sacralità e preghiera.

Volete scoprire di più sul centro storico di Civitavecchia? Leggete allora il nostro itinerario dedicato?

Info utili

Chiesa della Vergine delle Grazie

COME ARRIVARE

La piccola Chiesa della Vergine delle Grazie o della Stella si trova in Piazza Leandra nel centro storico di Civitavecchia. Per raggiungere la piazza bastano pochi passi a piedi. Se vi trovate nei pressi del Porto da Piazza Luigi Calamatta potete attraversare Via Trieste e poi svoltare in fondo a sinistra in Via del Piave.

PREZZI

L'ingresso è libero

Vota il contenuto: 
4
Media: 3.5 (2 votes)

condivisioni