DURATA

3-5 ore

Difficoltà

Facile

Budget

Basso

Le tappe dell'itinerario

  1. Piazza Leandra

    Dalla leggenda di un marinaio prende il nome la più antica piazza di Civitavecchia, custode di misteriosi dipinti replica della Stanza di Eliodoro in Vaticano

  2. Chiesa della Vergine delle Grazie o della Stella

    In Piazza Leandra la storia di Civitavecchia passa anche e soprattutto dalla piccola Chiesa della Stella

  3. Chiesa dell'Orazione e della Morte

    Santa Maria dell’Orazione, meglio conosciuta come Chiesa della Morte è la più antica chiesa di Civitavecchia: storia, arte e tradizione in pieno centro storico

  4. Il Mercato di Civitavecchia

    Tutto sul Mercato di Civitavecchia: pesce, frutta, verdura e molto altro.

  5. Il Teatro Traiano

    Il Teatro Comunale di Civitavecchia in onore dell'imperatore romano fondatore della città

  6. Il Ghetto di Civitavecchia

    Cosa fare, storia e curiosità sul caratteristico borgo di Civitavecchia

Cercate un modo facile e veloce per visitare in un giorno il centro di Civitavecchia? Seguite il nostro itinerario e non rimarrete delusi! Civitavecchia è, infatti, una città ricca di storia, capace di offrire al visitatore testimonianze appartenenti a diverse epoche. Le numerose strutture, Etrusche, Romane e Medievali, hanno reso Civitavecchia un importante centro, tale da assumere il famoso appellativo di Porto di Roma.

UN PO' DI STORIA

Civitavecchia nasce come piccolo insediamento etrusco, per poi assumere definitivamente il nome di Centumcellae in epoca romana, quando l'imperatore Traiano (106 d.C.) intuì che il litorale scoglioso con le sue molte insenature era il luogo adatto per la costruzione di un grande porto. Centumcellae conobbe il periodo di massimo splendore in età imperiale, dal 314 al 538 d.C. Successivamente la città andò sotto il comando dell'impero dei Bizantini, per poi passare nell' VIII secolo sotto il più mite governo dei papi. La maggior parte dei grandi monumenti cittadini presenti nel porto ed in città si devono proprio al volere dei molti Pontefici che si sono succeduti al comando. Nell'828 la città fu occupata dai Saraceni che la distrussero quasi completamente. I superstiti si rifugiarono in un piccolo borgo nei boschi di Tolfa e fondarono un nuovo centro che prese il nome di Leopoli.

Un'antica leggenda ci porta direttamente alla prima tappa del nostro itinerario: Piazza Leandra.

L'ITINERARIO

1. Piazza Leandra, la più antica piazza della città, deve il suo nome ad un’antica leggenda che ha come protagonista un vecchio marinaio di nome Leandro. Si narra, infatti, che furono le sue parole a persuadere la popolazione a tornare al mare per rifondare la vecchia Centumcellae dopo l'invasione saracena.

Al centro della piazza, inserita tra due edifici d’epoca, si trova una fontana di origine medioevale riattivata nel 2012.

Piazza Leandra si trova al centro di un caratteristico borgo medioevale

Piazza Leandra si trova al centro di un caratteristico borgo medioevale

La facciata della piccola Chiesa della Stella

La facciata della piccola Chiesa della Stella

2. In Piazza Leandra si trova anche la piccola e splendida Chiesa della Stella (1688), una delle più antiche di Civitavecchia. La chiesa è sede della Arciconfraternita del Gonfalone, fondata da San Bonaventura nel 1274. La tradizione vuole che San Bonaventura, prima di imbarcarsi per Lione, passò a Civitavecchia dove, aderendo alla richiesta di numerosi fedeli, fondò una confraternita che prese appunto il nome di Compagnia del Gonfalone.

All'interno è possibile ammirare numerose opere d'arte tra cui il pregevole crocifisso ligneo del Cristo Morto che ogni Venerdì Santo viene trasportato per le strade di Civitavecchia in occasione della alla suggestiva Processione del Cristo Morto.

3. Da Piazza Leandra, vi consigliamo di raggiungere la vicina Piazza Aurelio Saffi attraverso il suggestivo passaggio dell’Archetto, la porta a monte dell’antica cinta (IX secolo) che dà il nome all’omonimo quartiere e dalla quale potete visitare anche la magnifica Chiesa dell'Orazione e della Morte, in assoluto la più antica di tutta la città.

La sala interna della Chiesa della Morte

La sala interna della Chiesa della Morte

Piazza Aurelio Saffi con il suggestivo

Piazza Aurelio Saffi con il suggestivo "Archetto"

4. Per raggiungere la seconda tappa del nostro percorso, vi basterà attraversare Via Giosuè Carducci fino all'incrocio con Via G.Mazzini e vi troverete davanti i vivaci banchi del Mercato. Sembrerà banale ma vi ricordiamo che per visitare il mercato nel pieno della sua attività dovete recarvici di mattina! Dopo le 13.00 la maggior parte dei banchi, degli ambulanti e dei commercianti ritira infatti la propria merce.

Il Mercato di Civitavecchia, noto come mercato di San Lorenzo si trova nel cuore del centro storico, intorno a Piazza Regina Margherita. E’ qui che ogni mattina i cittadini si recano per acquistare prodotti alimentari freschi come frutta e verdura oltre che per il rinomato e fiorente mercato del pesce, da sempre fiore all’occhiello della città.

Il Mercato del Pesce

Il Mercato del Pesce

5. Adesso da Via Doria scendete le scalette che vi portano in Via Duca degli Abbruzzi fino a raggiungere la zona pedonale di Corso Centocelle. Fate una bella passeggiata tra le vetrine dei negozi oppure approfittatene per una breve sosta in uno dei tanti bar che dispongono anche di tavoli all'aperto. Niente di meglio che una pausa relax in una giornata di sole! Poco distante da voi potete vedere il palazzo del Teatro Traiano.

Corso Centocelle

Corso Centocelle

Il Teatro Comunale Traiano in Corso Centocelle

Il Teatro Comunale Traiano in Corso Centocelle

6. Dal lato opposto del teatro si accede attraverso Via Cesare Battisti all'ultima tappa del nostro percorso: l'antico borgo del Ghetto di Civitavecchia. Il Ghetto, si sviluppa tutto intorno a Piazza Fratti ed è in assoluto una delle zone più vive della città.

L'area intorno a Piazza Fratti è sempre molto frequentata sia di giorno sia di notte grazie alla presenza di numerosi ristoranti, locali, pub e pizzerie. Dispone inoltre di un utile hotspot wi-fi.

Il Ghetto di Civitavecchia

Il Ghetto di Civitavecchia

Questo itinerario termina qui! Se avete ancora del tempo vi consigliamo di raggiungere Viale Garibaldi e dirigervi verso il lungomare per una visita alla Marina di Civitavecchia oppure, se preferite potete visitate il Porto Storico con i suoi tanti monumenti.

Vi è piaciuto l'articolo? Aiutateci a migliorarlo...come sempre aspettiamo i vostri commenti e suggerimenti.

Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (5 votes)

condivisioni