Nel cuore della vecchia Roma, poco distante da Piazza Navona, si trova il Mercato di Campo dei Fiori, il più pittoresco e folcloristico mercato della città.

LA STORIA DI CAMPO DEI FIORI

Prima del quattrocento la piazza non esisteva ed al suo posto si trovava un prato di fiori da cui il nome. Una leggenda vuole che il nome della piazza provenga dal latino Campous Florae ovvero Campo di Flora, una donna amata dal generale romano Pompeo, che aveva costruito nei pressi del mercato il suo teatro.

Intorno alla metà del 1400 Papa Callisto III, fece risistemare tutto il rione e si occupò di far lastricare tutta l'area. Durante questo rinnovamento furono costruiti molti palazzi signorili tra cui il palazzo Orsini, che si affaccia proprio sul mercato. Nel tempo la piazza divenne sempre più un luogo di passaggio ed un'importante punto di riferimento commerciale e culturale per la città. Nei dintorni sorsero molti alberghi, locande e botteghe di artigiani.

Nel 1858 la piazza raggiunse la sua attuale estensione in seguito alla demolizione delle case sul lato nord tra via dei Baullari e via del Gallo, e allo spostamento della fontana posta precedentemente al centro della piazza.

Banchi di frutta e verdura al Mercato di Campo dei Fiori

Banchi di frutta e verdura al Mercato di Campo dei Fiori

IL MERCATO DI CAMPO DEI FIORI

Campo dei Fiori è probabilmente il più antico mercato di Roma. Dal 1869, ogni mattina, ad eccezione della domenica, la piazza si riempie di variopinte bancarelle che vendono frutta, verdura, carne, pollame e pesce fresco.

Altri banchi espongono legumi, riso, frutta secca, noci e spezie, mentre vicino alla fontana ci sono le bancarelle dei fiorai. Tra le specialità della casa gli immancabili carciofi romani, e altri ortaggi come broccoli e spinaci. In alcuni banchi potete trovare verdure già tagliate e pronte per finire in un bel minestrone o freschissime insalate miste. Oltre che una festa per il palato, il mercato di Campo dei Fiori è un piacere per gli occhi!

Infine nei dintorni trovate anche negozi di gastronomia, panetterie e molto altro! Campo dei Fiori è davvero il posto giusto per acquistare delle specialità romane o fare provviste per un bel pic-nic all'aria aperta: d’estate, se il tempo è bello, potrete rinfrescarvi consumando il vostro spuntino sui prati di uno dei numerosi parchi della città.

Una cesta di carciofi romani

Una cesta di carciofi romani

L'ESECUZIONE DI GIORDANO BRUNO

Campo dei Fiori è purtoppo passata alla storia anche per essere stata la sede di punizioni ed esecuzioni capitali. La grande statua al centro della piazza, opera dello scultore Ettore Ferrari (1889) ce lo ricorda: il 17 febbraio del 1600 qui fu arso vivo il filosofo e frate domenicano Giordano Bruno, accusato di eresia dalla Chiesa per le sue teorie rivoluzionarie sull'universo.

Il filosofo è raffigurato con il volto puntato verso Città del Vaticano, come in segno di ammonimento alla Chiesa. Sarà un caso ma Campo dei Fiori è l'unica piazza storica di Roma sprovvista di una chiesa.

La statua di Giordano Bruno in Campo dei Fiori

La statua di Giordano Bruno in Campo dei Fiori

Se durante il giorno Campo dei Fiori mostra il suo lato più tradizionale, la sera la piazza si trasforma in uno dei punti di ritrovo per il nightlife e la movida giovanile. Eterogenea, rumorosa e cosmopolita, Campo dei Fiori la notte accoglie turisti, giovani e studenti che si ritrovano, specialmente nel week-end, a gustare un drink in compagnia in uno dei molti cocktail bar e locali. L'area è inoltre ricca di ristorantini, caffè all'aperto, cinema e teatri.

Il nostro articolo termina qui! Lasciate pure un commento nel box qui sotto e condividete con i vostri amici la vostra esperienza!

Info utili

Mercato di Campo de' Fiori

COME ARRIVARE

Dal Porto di Civitavecchia: Raggiungete la Stazione Ferroviaria di Civitavecchia e salite sul primo treno regionale in direzione Roma. Dopo circa 45 minuti scendete direttamente alla Stazione di Roma San Pietro. Da Piazza della Stazione di San Pietro prendete l'autobus 64 e dopo 8 fermate scendete a C.SO VITTORIO EMANUELE/NAVONA. Attraversate Piazza della Cancelleria e dopo appena 250 metri siete arrivati.

Da Roma: Campo dei Fiori si trova in pieno centro storico e non ci sono fermate della metro nelle immediate vicinanze ma essa è facilmente raggiungibile con i bus o dal centro a piedi. Le fermate della metro più vicine sono: Piazza di Spagna (Metro A), Colosseo (metro B) e Stazione Termini (A e B).

Da Piazza di Spagna raggiungete a piedi Via della mercede e prendete la linea 116 (TERMINAL GIANICOLO) per 7 fermate. Scendete alla fermata Baullari e proseguite a piedi per 100 metri fino a raggiungere la piazza.

Da Colosseo prendete la linea 87 (GIULIO CESARE/LEPANTO) per 6 fermate o il 186 (PIAZZALE DELLA FARNESINA) e scendete alla fermata in Corso del Rinascimento. Da qui Largo dei Chiavari, poi Via del Biscione e dopo 350 metri siete arrivati.

Dalla Stazione Termini prendete il 64 e scendete alla fermata di C.SO VITTORIO EMANUELE/NAVONA. Attraversate Piazza della Cancelleria e dopo appena 250 metri siete arrivati.

ORARI

Tutti i giorni dalle 6:00 alle 14:00 (esclusa la domenica)

Vota il contenuto: 
5
Media: 4.5 (2 votes)

condivisioni