In cima al colle Aventino (Rione Ripa) si trova il Parco Savello, conosciuto da tutti come Giardino degli Aranci.

Una location nascosta e misteriosa, ma soprattutto unica! Dove è possibile ammirare una vista spettacolare di tutta Roma, magari al tramonto.

Una distesa di quasi ottomila metri quadri di estensione, realizzata nel 1932, dall'architetto Raffaele De Vico, sul terreno che nel X secolo ospitava la fortezza dalla famiglia Savelli, dalla quale proviene il suo nome ufficiale, appunto.

Grazie a un importante progetto di restyling della fondazione Sorgente Group, in collaborazione con la Soprintendenza belle arti e paesaggio di Roma e le Istituzioni comunali, il Giardino degli Aranci è tornato a risplendere come in passato.

 

Il Giardino degli Aranci si trova vicino ad altre attrazioni turistiche, che vale la pena di visitare come il Buco della Serratura, dove è possibile ammirare il Cupolone della Basilica di San Pietro con una prospettiva davvero unica!  

Altre tappe obbligatorie poco distanti sono: il Circo Massimo, il circo più antico del mondo, tra l’Aventino e il Palatino, e la famosa bocca della Verità.

Il Giardino degli Aranci a Roma

Il Giardino degli Aranci a Roma

GIARDINO DEGLI ARANCI: DOVE SI TROVA

L’entrata principale del Giardino degli Aranci si trova in Piazza Pietro d'Illiria, ma è possibile entrare anche dal Clivio di Rocca Savella e via di S.Sabina.

La costruzione con i sassi all’entrata principale è l'unica parte della costruzione della famiglia Savelli rimasta in piedi. Accanto all’ingresso si trova una fontana a muro, con un bordo in travertino, realizzata da un'antica vasca in granito.

Quest’ultima è stata ritrovata all’interno delle terme romane ed è stata arricchita da maniglioni a bassorilievo e decorata con un mascherone marmoreo, contenuto in una nicchia a forma di grande conchiglia, di origine barocca e raffigurante il dio Oceano.

Interno del Giardino degli Aranci (Roma)

Interno del Giardino degli Aranci (Roma)

Alberi di arance amare nel Giardino degli Aranci (Roma)

Alberi di arance amare nel Giardino degli Aranci (Roma)

GIARDINO DEGLI ARANCI: COSA VEDERE

Il viale principale, intitolato “Nino Manfredi” in onore dell’attore, suddivide in due il parco. Al centro del viale è possibile ammirare il Cupolone della Basilica di San Pietro, da una prospettiva unica!

Non solo, è possibile vedere alcuni dei luoghi più belli di Roma, come il Tevere, i templi del Foro Boario, il Gianicolo e l'isola Tiberina.

Una volta entrati nel Giardino degli Aranci è possibile visitare una piazza centrale dedicata all'attore Fiorenzi Fiorentini e la fontana realizzata da Giacomo della Porta.

Ovviamente in tutto il parco è possibile ammirare i profumatissimi alberi di arance amare, da cui deriva il nome del parco.

Un’antica leggenda narra che queste arance siano addirittura miracolose.

Ma attenzione è assolutamente vietato cogliere i frutti!

GIARDINO DEGLI ARANCI: LA STORIA

Il Giardino degli Aranci, un tempo, era l'orto dei frati Domenicani. In realtà l'albero magico, di cui parla la leggenda appena citata, è quello piantato nel giardino del chiostro della chiesa di Santa Sabina, visibile solamente attraverso un'apertura nel muro di recinzione che lo protegge. Si narra che l’albero fu nato spontaneamente dai resti della prima pianta di arance amare portata dalla Spagna nel 1200, da San Domenico di Guzman, fondatore dell'ordine dei Domenicani.

Scopri come e quando visitare il Giardino degli Aranci nella nostra sezione Info utili qui di seguito. L'ingresso all'interno del Parco è totalmente gratuito! 

Albero magico - Giardino degli Aranci (Roma) - Fonte: destinazioneterra.com

Albero magico - Giardino degli Aranci (Roma) - Fonte: destinazioneterra.com

Info utili

Si trova sulla parte più alta del colle Aventino, vicino al Buco della Serratura e la villa del Priorato di Malta, in piena zona Circo Massimo.

COME ARRIVARE

Dal Porto di Civitavecchia dirigetevi verso la stazione ferroviaria e prendete il primo treno con destinazione Roma Termini.
Arrivati a Termini prendete la Linea B della metropolitana (si trova proprio sotto la stazione) e fermatevi a "Circo Massimo".
Dirigetevi a piedi (tempo massimo 15 minuti) verso il giardino degli aranci, si trova a poco più di 1 chilometro a piedi dalla fermata della metropolitana.

ORARI
Dalle 7 alle 18, da ottobre a febbraio 
dalle 7 alle 20 nei mesi di marzo e settembre
dalle 7 alle 21 da aprile ad agosto
PREZZI

L'ingresso nel Giardino degli Aranci è libero e gratuito

Vota il contenuto: 
Il contenuto non è stato ancora votato da nessuno

condivisioni