DURATA

9-10 ore

Difficoltà

Media

Budget

Media

Le tappe dell'itinerario

  1. Visitare il Colosseo: immagini, storia, orari e prezzo dei biglietti

    Le immagini, la storia, gli orari, il costo dei biglietti e tutte le informazioni per visitare il Colosseo a Roma, gratis e senza fila

  2. I Fori Imperiali in poche ore

    Visitare i Fori Imperiali in poco tempo: orari di visita e d'ingresso, i prezzi dei biglietti e tutte le informazioni utili

  3. Il Vittoriano e Piazza Venezia

    Altare della patria e non solo: orari delle mostre e cosa vedere per visitare il complesso del Vittoriano a Piazza Venezia

  4. Via del Corso: shopping e non solo

    Shopping a Roma: come arrivare a Via del Corso e i migliori negozi di via dei Condotti

  5. Villa Borghese

    Orari, musei, la galleria borghese ma anche info su parcheggi, sullo zoo Bioparco e le visite con bambini

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

Se vi trovate qui probabilmente avrete già letto i primi due articoli dell'itinerario "Visitare Roma in 3 giorni". Se non lo avete ancora fatto cliccate sui link in alto.

SCOPRI COME MUOVERSI A ROMA

1. Eccoci infine giunti all'atto finale del nostro viaggio nella città eterna. Come vi abbiamo detto all'inizio, non basterebbe una vita per vedere e conoscere completamente questa magnifica città. Roma è in grado di sorprenderci davvero in ogni momento. Autentici gioielli si rivelano in tutto il loro splendore così come impensabili tesori nascosti si scoprono svoltando il prossimo angolo, tra i ciottoli di una via, per le strade illuminate di sera o tra i banchi di un chiassoso mercato mattutino.

Il giorno conclusivo del nostro itinerario lo iniziamo davvero nel migliore dei modi, visitando una delle sette meraviglie del mondo, Patrimonio dell'Unesco oltre che imperdibile tappa per ogni visita di Roma che si rispetti. Di cosa stiamo parlando? Ma è ovvio, dell'unico ed inimitabile Anfiteatro Flavio, da tutti conosciuto e chiamato Colosseo!

Raggiungerlo è facilissimo. Vi basterà scendere all'omonima fermata della metro B e ve lo troverete davanti. L'ingresso è consentito a partire dalle 8:30 del mattino fino all'imbrunire per cui mettiamoci in moto di mattina!

L'Anfiteatro Flavio da tutti conosciuto come Colosseo

L'Anfiteatro Flavio da tutti conosciuto come Colosseo

Questo imponente anfiteatro, la cui costruzione risale al 72 d.C., ha rappresentato per secoli lo svago e il divertimento del popolo romano. Qui si svolgevano i combattimenti tra i gladiatori, la rievocazione di battaglie famose ed drammi basati sulla mitologia greca. 

Per visitare il Colosseo potete scegliere di passeggiarci intorno, scattare qualche foto mentre vi gustate un drink, oppure entrare dentro pagando il biglietto di ingresso (€12) che vi permetterà di visitare anche il complesso dei Fori Imperiali.

Noi vi consigliamo di acquistare il biglietto di ingresso ma soprattutto di prenotarlo online per saltare la fila con un piccolo supplemento di €2. Come fare? Cliccate qui.

2. Una volta fuori dal Colosseo vi aspetta una fantastica passeggiata nella storia in una delle aree archeologiche più belle e famose di tutto il mondo. Stiamo parlando dei Fori Imperiali.

Ma cosa sono esattamente i Fori Imperiali? Si tratta di una serie di piazze monumentali fatte costruire dagli imperatori romani nel corso di circa 2 secoli. A dare il via fu proprio Cesare il quale nel 46 a.C. fece bonificare tutta l'area. Al foro di Cesare fecero seguito quello di Augusto, il foro della Pace di Vespasiano, il foro di Nerva ed infine il foro di Traiano, con il complesso dei mercati traianei.

I Fori Imperiali

I Fori Imperiali

Tra il 1932 e il 1933, con l’intento di realizzare un percorso rettilineo per le parate militari, Benito Mussolini decise di “tagliare” in due il complesso realizzando la “Via dell’impero”, oggi per l’appunto Via dei Fori Imperiali. Non è un caso quindi che il 2 giugno di ogni anno si commemori su questa via la parata della festa della Repubblica Italiana.

Per un approfondimento leggi il nostro articolo dedicato ai Fori Imperiali!

3. Una volta arrivati alla fine del percorso dei Fori vi troverete in Piazza Venezia davanti al Vittoriano, un imponente monumento che per maestosità, importanza culturale e storica rappresenta l'Italia degli ultimi due secoli.

Il nome deriva da Vittorio Emanuele II di Savoia, primo Re d'Italia. Da quando, nel 1921, accolse le spoglie del Milite Ignoto, il monumento assunse una nuova valenza simbolica, e quello che era stato pensato inizialmente come monumento dinastico, divenne una celebrazione dell'Italia unita e della sua libertà. Non a caso il monumento è conosciuto anche come Altare della Patria.

L’architetto Giuseppe Sacconi volle rappresentare sia allegoricamente che geograficamente l'Italia intera ispirandosi ai grandi santuari greci. 

Salite per la grande scalinata e osservate attentamente gli innumerevoli monumenti presenti. Se vi sentite disorientati potete leggete il nostro articolo d'approfondimento.

Una volta in cima ammirate lo spettacolo delle quadrighe alate, simbolo dell’Unità e della Libertà e dalla terrazza godete di uno dei panorami più belli di Roma.

L'Altare della Patria

L'Altare della Patria

4. Dall'altro versante di Piazza Venezia, sul lato opposto del Vittoriano si sviluppa Via del Corso, la via dello shopping romano per eccellenza.

Questa strada è sempre molto affollata e piena di negozi, souvenir, ambulanti, ma anche chiese, monumenti, banche, enti e istituzioni politiche importanti.

Lunga un chilometro e mezzo, Via del Corso unisce Piazza del Popolo con Piazza Venezia. Qui si trovano i negozi di grandi marchi internazionali come Adidas, Nike, H&M e Disney mentre se imboccate la traversa di Via Condotti troverete tutte le grandi firme dell'alta moda italiana come Valentino, D&G, Prada, Gucci, Versace e altri.

Via del Corso

Via del Corso

Via del Corso vi porterà direttamente a Piazza del Popolo e da qui a Piazzale Flaminio, la fermata della metro da cui siete partiti ieri. Qui si trova uno dei 9 ingressi di Villa Borghese, lo splendido parco nel quale vi invitiamo a trascorrere il resto della giornata.
 

5. Verde, arte e divertimento racchiusi in 80 ettari nel cuore di Roma: tutto questo è Villa Borghese. Questo grande parco nasce a cavallo tra la fine del XVI e l'inizio del XVII secolo per volontà di Papa Paolo VI, il quale volveva costruire una lussuosa e magnifica dimora per l'aristocrazia Romana, creando una "villa di delizie e il più vasto giardino romano".

Dal 1901 il parco fu acquistato dallo Stato Italiano che in seguito lo cedette al Comune di Roma. Da allora villa Borghese è aperta al pubblico tutti i giorni.

Ma cosa fare a Villa Borghese? Ebbene a dire il vero avete l'imbarazzo della scelta. Se volete scoprire tutte le principali attrazioni presenti nel parco leggete a fondo il nostro articolo dedicato.

Nel frattempo vi suggeriamo di visitare il romantico Giardino del lago con il Tempio di Esculapio, o scoprire le meraviglie artistiche della Galleria Borghese e della Galleria d'arte moderna.

Se volete far divertire i vostri bambini portateli invece al Bioparco o alla Casina di Raffaello, una graziosa ludoteca per bambini dai 3 ai 10 anni.

Villa Borghese

Villa Borghese

Villa Borghese - Il Giardino del Lago con il Tempio di Esculapio

Villa Borghese - Il Giardino del Lago con il Tempio di Esculapio

Ed eccoci giunti al termine di questo lungo week-end romano! Tra monumenti, musei, parchi e altre attrazioni ne abbiamo viste davvero delle belle. Certo Roma non finisce qui, anzi come abbiamo detto fin dall'inizio non basterebbe una vita.

Per questo scoprite anche i nostri itinerari alternativi per trascorrere 1 o 2 giorni nella capitale o anche solo mezza giornata. Li potete trovare nel menù in alto a sinistra oppure cliccando qui alla sezione Itinerari.

Come sempre aspettiamo i vostri commenti e racconti. Buon viaggio!

Clicca sul giorno dell'itinerario che ti interessa:

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (1 voto)

condivisioni