La Basilica di Santa Maria Maggiore, è una delle quattro basiliche papali di Roma insieme a San Pietro, San Giovanni in Laterano e San Paolo fuori le Mura.

Racchiusa tra Piazza dell'Esquilino e l'omonima Piazza di Santa Maria Maggiore, questa imponente basilica è facilmente raggiungibile a piedi sia dalla Stazione Termini sia dal Colosseo.

Un capolavoro assoluto dell'arte e dell'architettura paleocristiana che con la bellezza dei suoi mosaici, affreschi e sculture vi lascerà a bocca aperta!

La Basilica di Santa Maria Maggiore da Piazza dell'Esquilino

La Basilica di Santa Maria Maggiore da Piazza dell'Esquilino

LA BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE TRA STORIA E LEGGENDA

La Basilica di Santa Maria Maggiore, situata nella piazza omonima sulla sommità del colle Esquilino, viene chiamata anche "Liberiana" per una leggenda legata a Papa Liberio. Si dice infatti che la notte del 5 Agosto del 352 d.C., la Madonna apparsa in sogno al Pontefice indicò a questi di costruire una chiesa là dove avesse trovato la neve.

Quando il mattino seguente, nel bel mezzo di una torrida estate romana, il Papa trovò la neve sul promontorio dell'Esquilino, fece costruire la chiesa detta appunto "Santa Maria della Neve". La rievocazione del "miracolo della nevicata", si tiene il 5 Agosto di ogni anno durante una suggestiva e commovente celebrazione, nella quale i fedeli vengono coperti da una cascata di petali bianchi che cadono dal soffitto della Cappella Paolina.

In realtà la basilica venne costruita nel V secolo durante il pontificato di Papa Sisto III per essere poi modificata alla fine del 1200 da Papa Niccolò IV, con l’inserimento del transetto. Tra il 1500 e il 1600 Papa Sisto V e Papa Paolo V fecero costruire le due cappelle in loro onore (Sistina e Paolina), mentre tra 1741 e 1743 Ferdinando Fuga realizzò la nuova facciata con il grande portico barocco composto da cinque aperture più tre nella loggia superiore.

Va detto che la nuova facciata andò a coprire gli splendidi mosaici del XIII secolo, opera di Filippo Rusuti, che rappresentano proprio la nascita della Basilica con Maria Santissima, apparsa in sogno a Papa Liberio, ma al contempo ne ha preservato l'integrità. Incastonati come in una cornice dalla nuova facciata, i mosaici sono visibili oggi solo con visita guidata.

La Basilica di Santa Maria Maggiore dalla piazza omonima

La Basilica di Santa Maria Maggiore dalla piazza omonima

COSA VEDERE ALL'INTERNO DELLA BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE

Entrando nella Basilica di Santa Maria Maggiore non potrete fare a meno di ammirare gli splendidi mosaici della navata centrale e quelli dell’Arco trionfale risalenti al V secolo d.C., oppure quelli dell’Abside eseguiti dal Torriti per volontà del Papa Niccolò IV.

Il pavimento cosmatesco, è un dono dei cavalieri Scoto Paparone e suo figlio, risalente al 1288, mentre il soffitto realizzato in cassettoni di legno dorato si deve a Giuliano da San Gallo.

La navata principale della Basilica di Santa Maria Maggiore

La navata principale della Basilica di Santa Maria Maggiore

Proseguite visitando le varie cappelle: la Cappella Borghese, la Cappella Sistina (da non confondere con la Cappella Sistina di Michelangelo nei Musei Vaticani), la Cappella Sforza, la Cappella Cesi, la Cappella del Crocifisso e quel che resta della Cappella di San Michele.

Di grande effetto sono senza dubbio anche l’Altare maggiore alla cui destra si trova la tomba del grande architetto Gian Lorenzo Bernini, la Reliquia della Sacra Culla, il presepe del XIII secolo ed il Battistero.

Bellissimi i mosaici racchiusi nei pannelli sotto le finestre, che rappresentano un ciclo di storie del Vecchio Testamento: storie di Abramo, Giacobbe e Isacco sul lato sinistro, Mosè e Giosuè su quello destro.

Sotto il pontificato di Papa Giovanni Paolo II venne realizzato anche un Museo inaugurato l’8 Dicembre del 2001, dove sono contenuti tanti altri capolavori dell’antichità dal valore inestimabile.

La cappella di Sisto V nella Basilica di Santa Maria Maggiore

La cappella di Sisto V nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Basilica di Santa Maria Maggiore - L'Altare maggiore

Basilica di Santa Maria Maggiore - L'Altare maggiore

Cosa altro aggiungere? Di certo non basta nessun articolo per descrivere tutte le meraviglie che si trovano all'interno della Basilica di Santa Maria Maggiore. Il resto ve lo lasciamo scoprire di persona, sicuri di avervi fatto venire la giusta dose di curiosità.

Nel box in fondo alla pagina trovate orari, indirizzo e tutte le info utili per organizzare la vostra visita.

Un ultimo consiglio: visitatela al tramonto o quando scende la notte! Con la nuova illuminazione serale, infatti, la Basilica è diventata ancora più bella e suggestiva.

Info utili

Basilica di Santa Maria Maggiore

Telefono: +39 06 69886800
Fax: +39 06 69886817

COME ARRIVARE
Dal Porto di Civitavecchia: Raggiungete la Stazione Ferroviaria di Civitavecchia e salite sul primo treno regionale in direzione Roma. Dopo circa 1 ora e 10 minuti scendete a Roma Termini. L’ingresso della Basilica si trova su Piazza di Santa Maria Maggiore raggiungibile con una breve passeggiata a piedi dalla stazione, oppure attraverso la linea B o B1 della metropolitana scendendo alla fermata Cavour.
ORARI
La Basilica è aperta tutti i giorni dalle 7:00 alle 18:45.
 
Orario Messe:
Feriale: ore 7:00 - 8:00 - 9:00 (nella Cappella Sforza) 10:00 - 11:00 - 12:00 - 18:00.
Festivo: ore 7.00 - 8:00 - 9.00 (nella Cappella Paolina) ore 10.00 (in latino) - 12.00 : 18:00 (all’Altare Papale)
*Durante le funzioni è possibile visitare la chiesa
PREZZI

Ingresso gratuito

Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (1 voto)

condivisioni