DURATA

9-10 ore

Difficoltà

Media

Budget

Basso

Le tappe dell'itinerario

  1. Piazza del Popolo

    Alla scoperta di Piazza del Popolo a Roma: come arrivare, la storia, le chiese, il grande obelisco e molto altro su una delle piazza più famose al mondo

  2. Piazza di Spagna a Roma: come arrivare e cosa fare

    Come arrivare e cosa fare in Piazza di Spagna: la storia, i monumenti e le immagini di una delle più belle ed eleganti piazze di Roma

  3. La Fontana di Trevi

    La Fontana di Trevi: dove si trova, come arrivarci, storia, notizie e descrizione di questa romantica icona dell'Italia nel mondo

  4. [Visitare] il Pantheon di Roma: tutte le Informazioni Utili

    Alla scoperta del Pantheon di Roma, dalla sua storia alla cupola vuota (se piove non scordatevi l’ombrello), dalle tombe a tutti gli orari e le info utili per visitarlo

  5. Piazza Navona

    Dalla Fontana dei Quattro Fiumi alle tradizionali bancarelle della Befana: questo e molto altro è Piazza Navona

  6. Mercato di Campo dei Fiori

    Campo dei Fiori a Roma: da folcloristico mercato in pieno centro storico a punto di ritrovo per il nightlife giovanile

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

 

1. Eccoci pronti per iniziare questo itinerario alla scoperta di Roma. A che ora avete messo la sveglia? Se volete vedere tutto (o quasi), vi consigliamo di mettervi in marcia di mattina presto, ma senza esagerare! Alle 9:00/9:30 può andare più che bene...dopotutto siete in vacanza!

Il nostro punto di partenza è Piazza del Popolo, facilmente raggiungibile a piedi dalla vicina fermata della metro Flaminio. Questa grande piazza è il posto perfetto per iniziare il nostro viaggio alla scoperta di Roma.

Entrando dall'antica Porta del Popolo vi ritroverete avvolti da una grande ellissi al cui centro svetta l'Obelisco Flaminio, uno dei più grandi di tutta Roma. Sugli emicicli della piazza si trovano rivolte una verso l'altra la Fontana del Nettuno e La Fontana della dea di Roma quest'ultima con la terrazza del Pincio alle spalle.

Una panoramica di Piazza del Popolo

Una panoramica di Piazza del Popolo

Sul lato nord della piazza vi consigliamo di visitare la Chiesa di Santa Maria del Popolo per ammirare capolavori del Caravaggio come Conversione di San Paolo e Crocifissione di San Pietro, affreschi del Pinturicchio, l'Assunzione di Annibale Carracci, le architetture di Raffaello Sanzio e del Bramante e sculture di Gian Lorenzo Bernini.

Dal lato opposto, invece si trovano le due chiese gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli che costituiscono i due fulcri del cosiddetto tridente, composto da Via del Babuino a sinistra, Via del Corso al centro e Via di Ripetta a destra. Sarà proprio attraversando Via del Babuino che arriverete alla seconda tappa di questa prima giornata. Seguiteci!

Nel frattempo, se volete un approfondimento, con informazioni su orari, prezzi ed altre cose da vedere leggete il nostro articolo dedicato a Piazza del Popolo.

2. Da Piazza del Popolo si può facilmente raggiungere Piazza di Spagna attraversando Via del Babuino in meno di dieci minuti. Si tratta di una piacevole passeggiata tra negozi di antiquariato, boutique e monumenti di interesse storico come la Chiesa di Sant'Anasio e la fontana che per via del buffo soprannome di er babuino con cui veniva chiamata ha dato il nome alla via.

Senza neanche accorgervene vi ritroverete in Piazza di Spagna, una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo oltre che il centro della vita culturale e turistica di Roma.

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna

Frequentata da artisti e letterati fin dal XVI secolo, la piazza ha assunto l'aspetto attuale tra il Seicento ed il Settecento mentre il suo nome lo deve al Palazzo di Spagna, sede dell'ambasciata spagnola.

Al centro della piazza, si trova la Barcaccia, una delle fontane più belle di Roma, realizzata da Pietro e Gian Lorenzo Bernini nel 1627 per conto di Papa Urbano VIII mentre ai piedi della collina del Pincio si trova la grande scalinata monumentale, uno dei luoghi simbolo della Capitale.

Salendo le 12 rampe ed i 135 scalini raggiungete la Chiesa di Trinità dei Monti con la terrazza del Pincio da cui godere di una emozionante panoramica della città. In primavera la scalinata è ancora più bella grazie alle tradizionali azalee capitoline che la colorano per tutto il periodo della fioritura.

Da Piazza di Spagna si accede anche alla celebre Via Condotti, con le sue boutiques ed i suoi negozi di lusso la quale a sua volta si ricongiunge con Via del Corso, centro dello shopping romano per eccellenza. Ma state tranquilli avrete modo di rilassarvi con un po' di sano shopping durante il terzo giorno dell'itinerario.

Date un ultimo saluto alla piazza e dalla vicina Piazza Mignanelli dove si trova la celebre Colonna dell’Immacolata Concezione, imboccate Via di Propaganda e proseguite dritto per raggiungere la terza tappa.

3. Per raggiungere la Fontana di Trevi, adesso vi aspetta una camminata di circa 15 minuti.

Il percorso è molto semplice: sempre dritto in Via di Propaganda e poi in Via di Sant'Andrea Delle Fratte, fino al Largo del Nazareno dove dovete imboccare sulla destra Via del Bufalo per pochi metri e svoltare subito a sinistra in Via dei Poli. Attraversatela tutta, superando anche l'incrocio con Via del Tritone e siete arrivati!

La Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi non ha certo bisogno di presentazioni!

Questa splendida fontana, celebrata nella Dolce Vita di Fellini, è senza dubbio una delle mete più visitate di Roma.

Arte, storia e romanticismo si fondono insieme per un'opera semplicemente unica! La fontana è un capolavoro d'architettura, scultura e ingegneria.

L'intera composizione è incentrata sulla tematica del mare con al centro l'imponente figura di Oceano, trainato su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini e Tritoni.

Ogni giorno i turisti di tutto il mondo si accalcano per ammirarla, scattare fotografie ed eseguire il tradizionale ed immancabile lancio della monetina. Volete sapere perchè si gettano delle monete dentro la Fontana di Trevi? Leggete il nostro articolo ed esaudirete i vostri desideri!

4. Adesso lasciate la fontana ed imboccate Via delle Muratte, sempre molto affollata di turisti con i suoi negozi di souvenir, bar e ristoranti. Attraversatela tutta fino all'incrocio con Via del Corso e dal lato opposto proseguite in Via di Pietra. Lungo la strada, incontrerete anche il Tempio di Adriano con le sue 11 colonne corinzie di marmo bianco ad indicarvi la via.

Poco distante in Piazza della Rotonda, ecco finalmente il maestoso Pantheon, grande monumento dedicato a tutte le divinità romane. Il nome deriva, infatti, dalle parole greche pan (tutto) e theon (divino).

 

Il Pantheon e la bella fontana di Piazza della Rotonda, progettata da Giacomo Della Porta

Il Pantheon e la bella fontana di Piazza della Rotonda, progettata da Giacomo Della Porta

Una volta superate le enormi colonne ed il gigantesco portone di bronzo, si apre ai vostri occhi una meraviglia dell'architettura. Di colpo vi ritroverete in un enorme spazio vuoto che vi farà sentire molto piccoli. Così bisognava sentirsi dinanzi al cospetto degli dei!

La cosa più interessante è che il diametro interno della cupola corrisponde esattamente all'altezza da terra del tempio e prolungando idealmente la curvatura della volta si ottiene una sfera perfetta! Vi sembrerà di essere come sospesi al centro di una grande sfera cava.

Se avete seguito i nostri consigli e vi siete messi in marcia di mattina, avrete modi di entrare nel Pantheon verso mezzogiorno, quando i raggi del sole provenienti dall’oculus si fanno straordinariamente intensi e creano un effetto davvero unico. Provare per credere!

Non sentite un certo languorino allo stomaco? presi come siete dalle meraviglie di Roma, non ve ne sarete neanche accorti ma è ora di pranzo!

Questa zona, tra ristoranti e trattorie offre molte alternative, ma se volete evitare di cadere in una trappola per turisti vi consigliamo di spostarvi e cercare tra le vie limitrofe un buon compromesso qualità-prezzo.

Ad ogni modo siete pur sempre nel centro di Roma, e se proprio volete risparmiare non sedetevi in un ristorante con vista Pantheon ma fate piuttosto uno spuntino on the road od un pranzo alternativo mangiando ad esempio un bel gelato.

Roma: dove mangiare al centro?

Roma: dove mangiare al centro?

Vicino Piazza di Montecitorio si trova la storica Gelateria Giolitti, uno delle più famose e importanti della città.

Fate la vostra scelta e buon appetito! Dopo aver mangiato fermatevi un attimo per un altro grande classico: il Caffè Sant'Eustachio. Situato nell'omonima piazza, a due passi dal Pantheon, è considerato uno dei migliori caffè di Roma.

5. Riprendete adesso il vostro percorso e da Piazza Della Rotonda, imboccate Via Giustiniani. All'incrocio con Via della Dogana Vecchia proseguite dritto lungo Via del Salvatore. Qui soffermatevi un attimo al cospetto della bellissima Chiesa di San Luigi dei Francesi, un puro gioiello incastonato nel centro. Al suo interno sono custoditi capolavori assoluti del Caravaggio e indovinate un po'...l'ingresso è gratuito!

Una volta fuori, proseguite lungo la piccola Corsia Agonale dove troverete ad attendervi Piazza Navona, una delle più belle ed importanti piazze di Roma. Con la celebre Fontana dei Quattro Fiumi, la splendida Chiesa di Sant'Agnese in Agone e l'elegante Palazzo Pamphilj è sempre molto affollata di artisti di strada, pittori, turisti ma anche i romani stessi.

Nonostante il grande impatto del turismo sono sempre molti i romani che vengono qui a sedersi sulle panchine, per mangiare un gelato o semplicemente scambiare due chiacchiere nei bar e locali che la animano. Piazza Navona può essere infatti considerata la piazza più amata dai romani.

Se volete prima di proseguire leggete il nostro articolo dedicato a Piazza Navona, con aneddoti, curiosità ed informazioni utili.

 

Piazza Navona

Piazza Navona

6. Ed eccoci finalmente arrivati all'ultima imperdibile tappa di questa giornata: Campo dei Fiori. Questo coloratissimo mercato è probabilmente il più antico di tutta Roma. Dal 1869, ogni mattina (domenica esclusa) la piazza si riempie di variopinte bancarelle che vendono frutta, verdura, carne, pollame e pesce fresco.

Il Mercato di Campo dei Fiori

Il Mercato di Campo dei Fiori

Oltre che una festa per il palato, il mercato di Campo dei Fiori è un piacere per gli occhi!

Nei dintorni si trovano negozi di gastronomia, panetterie e molto altro! Siete davvero nel posto giusto per acquistare delle specialità romane o fare provviste per un bel pic-nic all'aria aperta.

Esplorando le storiche vie nelle vicinanze, troverete bar, ristorantini e negozietti d'artigianato che ancora oggi portano il nome degli artigiani che un tempo vi lavoravano, come Via dei Baullari, Via dei Cappellari o Via dei Giubbonari. Se volete approfondire la storia di questa piazza leggete qui.

Siamo giunti al termine di questa prima giornata! Stanchi?! Come vi abbiamo anticipato all'inizio visitare Roma in tre giorni non è un'impresa semplice, ma nemmeno impossibile! Riposatevi e recuperate le forze perché domani ne vedrete delle belle!

Adesso vi consigliamo di raggiungere a piedi Largo di Torre Argentina e prendere l'autobus 40 per 6 fermate raggiungendo così la Stazione di Roma Termini. Da qui avrete modo di spostarvi in ogni parte della città attraverso la metropolitana ed il servizio di autobus urbano.

SCOPRI COME MUOVERSI A ROMA

 

Clicca sul prossimo giorno dell'itinerario che ti interessa:

PRIMO GIORNO  |  SECONDO GIORNO  |  TERZO GIORNO

Vota il contenuto: 
5
Media: 5 (1 voto)

condivisioni