DURATA

3-5 ore

Difficoltà

Media

Budget

Media

Le tappe dell'itinerario

  1. Piazza San Pietro

    Descrizione e informazioni utili su Piazza San Pietro, la piazza della Basilica di Roma

  2. La Basilica di San Pietro

    Tutto sulla Basilica di San Pietro: storia, arte, la pietà di Michelangelo, la cupola e tante info utili su orari, biglietti e collegamenti.

  3. Castel Sant'Angelo

    Orari, prezzi dei biglietti e info utili per visitare Castel Sant'Angelo a Roma

Seguendo questo breve itinerario partirete dal Porto di Civitavecchia per visitare in mezza giornata alcuni luoghi simbolo della Roma Cristiana.

Siete pronti a scoprire alcune tra le più incredibili opere d'arte di tutti i tempi come la meravigliosa Basilica di San Pietro? Si? Bene...allora si parte!

PREPARATIVI PER LA PARTENZA

Dal Porto di Civitavecchia dovete innanzitutto raggiungere la stazione. Leggete il nostro articolo su come arrivare dal Porto di Civitavecchia alla Stazione Ferroviaria e non avrete più alcun dubbio!

Una volta arrivati alla stazione acquistate un biglietto per il primo treno regionale in direzione Roma Termini. Se disponibile vi consigliamo di salire su un Regionale Veloce così da risparmiare qualche fermata e qualche minuto.

Dal momento che dovrete scendere alla stazione di Roma San Pietro potete anche acquistare 2 biglietti chilometrici, spendendo tra andata e ritorno €9,20. Infatti per questo itinerario non occorre prendere altri mezzi pubblici. Se invece avete intenzione di restare e visitare altri punti di interesse nella capitale, acquistate direttamente un biglietto giornaliero BIRG (€12) che oltre all'andata e ritorno include spostamenti illimitati con tutti mezzi pubblici (metro, bus e tram) per un giorno.

Fate la vostra scelta, salite sul treno e buon viaggio! Dopo circa 45/50 minuti potete scendere a Roma San Pietro.

Un consiglio pratico: i treni regionali non dispongono di spazi particolarmente grandi dove tenere i vostri bagagli, pertanto vi invitiamo a non portare con voi ingombri eccessivi. Uno zainetto con lo stretto indispensabile andrà più che bene.

L'ITINERARIO

1. Dalla stazione di Roma San Pietro potete raggiungere direttamente a piedi la prima tappa: Piazza San Pietro si trova a meno di un chilometro dalla stazione e seguendo le indicazioni può essere raggiunta davvero facilmente. Consultate pure la mappa in alto o il nostro Travel Planner per trovare subito la via più breve.

In alternativa, se avete acquistato il BIRG, potete aspettare la linea 64 che parte da Piazza della Stazione San Pietro e dopo 2 fermate vi porta in Via di Porta Cavalleggeri. Pochi passi e siete arrivati.

Quando iniziate a vedere il celebre colonnato significa che siete arrivati in Piazza San Pietro! Raccontarvi questa piazza non è certo cosa semplice! Di una cosa però siamo certi, si tratta di un vero e proprio capolavoro di architettura partorito dal genio di Gian Lorenzo Bernini: una grande ellissi di 240 metri che vi darà il suo benvenuto in un simbolico abbraccio.

All'interno di Piazza San Pietro vi sentirete accolti in un simbolico abbraccio

All'interno di Piazza San Pietro vi sentirete accolti in un simbolico abbraccio

Se siete arrivati di mercoledì mattina troverete la piazza gremita di fedeli riuniti a ricevere la consueta benedizione del Papa e potreste vederlo anche girare con la Papa-mobile, mentre se arrivate di domenica mattina la folla sarà ancora maggiore: a mezzogiorno, infatti, i fedeli si riuniscono per assistere all’Angelus Domini e ricevere la benedizione del Pontefice affacciato dalla finestra del suo studio.

In ogni caso e per qualsiasi motivo vi trovate in Piazza San Pietro, non basteranno mai tutte le parole di questo mondo per descrivere l’incredibile emozione che proverete attraversando la piazza più bella del mondo.

Piazza San Pietro la domenica mattina durante l'Angelus del Papa

Piazza San Pietro la domenica mattina durante l'Angelus del Papa

Se non cercate un bagno di folla e volete visitare la piazza per soffermarvi ad ammirare con calma i monumenti, le statue e le fontane evitate di visitarla durante queste celebrazioni. 

Ora prima di proseguire vi sveliamo un piccolo segreto...proprio nei pressi dell’obelisco, da una pietra posta sulla pavimentazione della piazza si ha come l’impressione di vedere una sola fila di colonne anziché quattro, essendo queste perfettamente in fila. Provare per credere! Questa illusione ottica si deve alla straordinaria prospettiva voluta dal Bernini.

Per conoscere la storia, curiosità e altri aneddoti leggete adesso il nostro articolo dedicato a Piazza San Pietro.

2. La Basilica di San Pietro è in assoluto la chiesa più grande del mondo. Oltre ad essere una grande opera d'arte in sé, ne è altresì un grande contenitore.

Basti pensare che in oltre un secolo si sono succeduti architetti quali Bramante, Raffaello, Antonio da Sangallo il Giovane, Michelangelo, Giacomo della Porta e Maderno.

La facciata della Basilica, eretta da Carlo Maderno nel 1607-1614 è preceduta da una scalinata a tre ripiani realizzata da Gian Lorenzo Bernini con ai lati le colossali statue di San Paolo e San Pietro. Il balcone centrale è quello da cui si affaccia il Papa durante le benedizioni.

All'interno della Basilica si conservano una quantità indescrivibile di capolavori tra cui la Pietà di Michelangelo, il baldacchino di San Pietro vicino l'altare principale, la statua in bronzo di San Pietro, la Tomba di Leone XI, il monumento a Pio VII, la Tomba di Alessandro VII, le Grotte Vaticane ai livelli inferiori nelle quali si trova la Tomba di Paolo II, le sale ottagonali, gli organi e moltissime altre statue marmoree di santi e personaggi illustri.

La facciata esterna della Basilica di San Pietro

La facciata esterna della Basilica di San Pietro

L'ingresso alla Basilica è gratuito mentre è a pagamento la visita della Cupola. Noi ovviamente vi consigliamo di salire sulla cupola per assistere ad una fantastica panoramica di Roma, con Piazza San Pietro, Castel Sant’Angelo e il fiume Tevere sullo sfondo. 133 metri di altezza e ben 551 gradini!

Il biglietto per salire costa €5 ma niente paura, con un supplemento di 2€ c'è un comodo ascensore che rende il tutto più agevole...o quasi! Leggi il nostro articolo sulla Basilica di San Pietro per scoprire dettagli, curiosità e tante informazioni utili.

Se avete più tempo potete visitare anche le Grotte Vaticane, alle quali si accede dal transetto della Basilica e la Tomba di San Pietro. Per visitare quest'ultima però è necessario contattare preventivamente l'Ufficio Scavi (trovate tutti riferimenti nel box info in fondo alla pagina dedicata alla Basilica).

3. Una volta usciti dalla Basilica, attraversate nuovamente la piazza e dirigetevi lungo Via della Conciliazione. Tra ambulanti, venditori di souvenir, tour operator e bus panoramici, la via è un continuo brulicare.

Terminata nel 1950 in occasione del Giubileo, a dispetto del nome che porta Via della Conciliazione è una tra le opere urbanistiche più discusse del Novecento. Infatti la sua realizzazione ha portato alla demolizione ed alla trasformazione di chiese ed edifici storici appartenenti al rione di Borgo. Tra questi ad esempio il palazzo Caprini del Bramante ed il palazzo di Jacopo da Brescia.

San Pietro vista da Via della Conciliazione

San Pietro vista da Via della Conciliazione

Polemiche a parte, fa sempre un certo effetto pensare che in questo momento avete lasciato il Vaticano, lo stato più piccolo del mondo per fare ritorno in Italia. Voltatevi pure per un ultimo saluto alla Basilica e proseguite dritto fino all'ultima tappa del nostro itinerario.

3. Man mano che avanzate vedrete avvicinarsi sempre più il maestoso edificio di Castel Sant'Angelo. La fortezza non ha sempre avuto l'aspetto con cui la potete ammirare adesso, e nel tempo ha subito numerose modifiche.

Realizzato inizialmente dall’architetto Demetriano (125 a.C.) per essere il mausoleo funebre dell'imperatore Adriano, viene portato a compimento nel 139 a.C. da Antonino Pio. Nel 271 a.C. avvenne la trasformazione in castello con l'aggiunta di una cinta muraria dalla quale si apriva la Porta di S. Pietro mentre infine nel 1277 passò sotto la proprietà del Vaticano, la fortezza divenne presidio inespugnabile della Chiesa con la conseguente aggiunta degli appartamenti pontifici.

Castel Sant'Angelo

Castel Sant'Angelo

Sono molte le storie, le leggende e le curiosità che si raccontano su questo misterioso edificio che da sempre esercita un grande fascino...leggete il nostro articolo su Castel Sant'Angelo per scoprire qualcosa in più!

Ad esempio, lo sapevate che il castello in passato era segretamente collegato con gli edifici del Vaticano?

Nel 1277, infatti venne realizzato da Papa Niccolò III, il cosiddetto "passetto di Borgo", un passaggio sopraelevato di 800 metri che univa le mura vaticane al castello, offrendo così una rapida e sicura via di fuga. Papa Alessandro IV Borgia se ne serviva per visitare le prigioni del castello, mentre altri pontefici lo usarono per sfuggire in drammatiche occasioni come il sacco di Roma nel 1527 ad opera dei lanzichenecchi di Carlo V. Il "passetto di Borgo" esiste tutt'ora ed in alcuni periodi dell'anno è ancora visitabile su prenotazione.

Il Ponte dell'Angelo con le celebri statue

Il Ponte dell'Angelo con le celebri statue

Ora se siete stanchi potete limitarvi ad ammirare il Castello da fuori, magari scattando qualche fotografia dal suggestivo Ponte dell'Angelo, ma se vi rimangono ancora tempo ed energie visitate anche il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo che ospita collezioni di arte e storia: sculture, dipinti, reperti marmorei, armi, mobili ed oggetti di varia provenienza.

Il Museo non è eccessivamente grande (in 1 ora riuscite a vederlo) ed il biglietto d'ingresso costa 7€.

Il nostro breve tour termina qui! Adesso non vi resta che tornare indietro sui vostri passi e raggiungere di nuovo la stazione di San Pietro, oppure se intendete rimanere ancora a Roma vi ricordiamo che nei pressi di Piazza S. Pietro si trovano le fermate della metropolitana di Lepanto ed Ottaviano (linea A) oltre a numerosi autobus.

Aspettiamo come sempre numerosi i vostri commenti e racconti di viaggio!

Vota il contenuto: 
5
Media: 4.5 (2 votes)

condivisioni