DURATA

6-8 ore

Difficoltà

Media

Budget

Basso

Le tappe dell'itinerario

  1. Piazza del Popolo

    Alla scoperta di Piazza del Popolo a Roma: come arrivare, la storia, le chiese, il grande obelisco e molto altro su una delle piazza più famose al mondo

  2. Il Pantheon di Roma

    Tutto sul magnifico Pantheon di Roma: storia, architettura, descrizione, orari e info utili su come arrivare

  3. Visitare la Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma

    Visitare la chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma: gli orari, come arrivare, i prezzi, l'arte barocca, Caravaggio, la Cappella Contarelli e altre info utili

  4. Piazza Navona

    Dalla Fontana dei Quattro Fiumi alle tradizionali bancarelle della Befana: questo e molto altro è Piazza Navona

  5. Mercato di Campo dei Fiori

    Campo dei Fiori a Roma: da folcloristico mercato in pieno centro storico a punto di ritrovo per il nightlife giovanile

In questo itinerario andremo alla scoperta di alcuni luoghi del centro storico di Roma particolarmente amati dai romani stessi: piazze, strade, chiese e monumenti di straordinario valore nei quali è possibile respirare ancora l'atmosfera più autentica della città.

Allora siete pronti ?! Armatevi di macchina fotografica, scarpe comode e partiamo!

L'ITINERARIO

1. Il nostro punto di partenza non può che essere Piazza del Popolo, che raggiungerete facilmente dalla vicina fermata della metro Flaminio. Entrando dal'imponente Porta del Popolo vi darà il benvenuto l'iscrizione latina del Bernini che recita "Felici faustoque ingressui MDCLV", ovvero "Per un ingresso felice e fausto".

Gran parte della storia di Roma passa da questa piazza. Da qui, non solo si diramano le principali vie dello shopping, il cosiddetto tridente composto da Via del Babuino, Via del Corso e Via di Ripetta, ma si trovano anche importanti chiese e monumenti come il grande Obelisco Flaminio, la Fontana del Nettuno, la Chiesa di Santa Maria del Popolo, e le due chiese "gemelle" di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli.

Se volete conoscere la storia della piazza e scoprire cosa vedere leggete pure il nostro articolo dedicato!

Piazza del Popolo

Piazza del Popolo

Lasciamo adesso Piazza del Popolo per una piacevole passeggiata lungo Via di Ripetta, storica strada del rione Campo Marzio e parte integrante del complesso stradale conosciuto come "Tridente" di cui fanno parte anche Via del Babuino e Via del Corso. Ricca di botteghe d'arte e piccoli bar, pizzerie e ristoranti, enoteche e negozietti, Via di Ripetta vi riporterà indietro nel tempo!

Il Porto di Ripetta in una suggestiva illustrazione d'epoca

Il Porto di Ripetta in una suggestiva illustrazione d'epoca

All’inizio del XVI secolo la strada era chiamata Via Leonina, per i lavori di ristrutturazione voluti da Papa Leone X. Nel 1704 fu costruito il Porto di Ripetta, un piccolo scalo fluviale utilizzato per lo scarico di legname, vino e carbone.

Per distinguerlo dal porto di Ripa Grande a Trastevere, il porto fu chiamato col diminutivo di Ripetta e così quando a seguito del degrado che colpì la zona lo scalo venne definitivamente chiuso il nome passò alla via.

Durante la vostra camminata incontrerete monumenti e palazzi importanti tra cui l'Accademia di Belle Arti ospitata nel palazzo ottocentesco del "ferro di cavallo", il Museo dell'Ara Pacis e la Chiesa di San Rocco.

Se vi interessa visitare il Museo dell'Ara Pacis, con il celebre altare dedicato alla Pace dall'imperatore Augusto nel 9 a.C., consultate il sito ufficiale.

Adesso, proseguite sempre dritto costeggiando alla destra il lungotevere fino al punto in cui Via di Ripetta si congiunge con Via della Scrofa ed all'incrocio con Via di Santa Giovanna d'Arco svoltate a sinistra in Largo Giuseppe Toniolo. Continuate lungo Via del Pozzo delle Cornacchie e svoltate a destra in Via della Rosetta.

Pochi metri ancora e avete raggiunto la seconda tappa del nostro mini tour: Il Pantheon.

Ara Pacis - Roma

Ara Pacis - Roma

2. In piazza della Rotonda, oltre l'omonima fontana troverete ad attendervi un vero capolavoro di architettura ed ingegneria...il Pantheon! Tra i monumenti storici meglio conservati di Roma, ha esercitato grande influenza su tutta l'architettura occidentale.

Il Pantheon di Roma

Il Pantheon di Roma

Il tempio è composto da un'aula circolare coperta da una cupola emisferica, preceduta da un pronao con 16 colonne corinzie che sorreggono il timpano. Una volta superate il gigantesco portone, si aprirà ai vostri occhi una meraviglia dell'architettura. Di colpo vi ritroverete in un enorme spazio vuoto che dà le vertigini e che vi farà sentire molto piccoli. Così bisognava sentirsi dinanzi al cospetto degli dei!

Il nome Pantheon, infatti deriva dalle parole greche pan (tutto) e theon (divino), ed era in origine un piccolo tempio dedicato a tutte le divinità romane.

Se volete scoprire la storia, le leggende e tante altre curiosità su questo magnifico monumento leggete il nostro articolo dedicato.

Caravaggio - La Vocazione di San Matteo

Caravaggio - La Vocazione di San Matteo

3. Adesso tornate indietro sui vostri passi e da Piazza Della Rotonda imboccate Via Giustiniani. All'incrocio con Via della Dogana Vecchia proseguite dritto lungo Via del Salvatore. Qui soffermatevi un attimo difronte al cospetto della bellissima Chiesa di San Luigi dei Francesi, un puro gioiello incastonato nel centro.

La Chiesa, di per sè già magnifica, custodisce al suo interno grandi capolovori del Caravaggio, ovvero il trittico composta da Il Martirio di San Matteo, San Matteo e l'Angelo e La Vocazione di San Matteo oltre ad altri affreschi del Domenichino. L'ingresso è gratuito...entrate e non ve ne pentirete!

Quando avrete terminato di stare con il naso all'insù uscite dalla chiesa e all'incrocio con Corso del Rinascimento incontrerete anche Palazzo Madama, attualmente sede del Senato della Repubblica Italiana.

4. Proseguire ancora dritto lungo la piccola Corsia Agonale e vi troverete in Piazza Navona, una delle più belle ed importanti piazze di Roma.

Grande punto di ritrovo, la piazza è sempre molto affollata: artisti di strada, pittori, turisti ma anche i romani stessi. Nonostante il grande impatto del turismo in molti vengono qui a sedersi sulle panchine, per mangiare un gelato o semplicemente scambiare due chiacchiere nei bar e locali che la animano. Piazza Navona può essere infatti considerata la piazza più amata dai romani.

Piazza Navona

Piazza Navona

Le cose da fare e vedere in Piazza Navona sono moltissime! Sta a voi decidere quanto tempo sostare.

Noi vi consigliamo di trovare almeno qualche minuto per visitare la bellissima Chiesa di Sant'Agnese in Agone che si affaccia sulla piazza, dinnanzi alla Fontana dei Quattri Fiumi. Pensate che questi due straordinari monumenti sono stati al centro di una accesa rivalità tra i loro autori: il Bernini e il Borromini. Guardando la fontana, notate nulla di strano?

Se volete scoprire questo divertente aneddoto e molte altre curiosità su Piazza Navona, leggete il nostro articolo dedicato!

Prima di rimettervi in marcia per raggiungere l'ultima tappa, approfittatene per esplorare i dintorni di Piazza Navona. Questa zona è piena zeppa di negozi, ristoranti, bar e gelaterie. Se la visitate durante il periodo natalizio, troverete il tradizionale mercatino con la piazza che si riempie di giostre, luci colorate, bancarelle, giocattoli e molto altro fino alla conclusiva festa dell'epifania con l'arrivo della Befana.

5. Uscite dalla piazza in Via della Cuccagna o in Via di San Pantaleo ed all'incrocio con Corso Vittorio Emanuele II imboccate Via dei Baullari. Sempre dritti e siete arrivati a Campo de' Fiori.

Il Mercato di Campo dei Fiori

Il Mercato di Campo dei Fiori

Campo dei Fiori è probabilmente il più antico mercato di Roma. Dal 1869, ogni mattina, ad eccezione della domenica, la piazza si riempie di variopinte bancarelle che vendono frutta, verdura, carne, pollame e pesce fresco.

Tra le specialità della casa gli immancabili carciofi romani e altri ortaggi come broccoli e spinaci. Oltre che una festa per il palato, il mercato di Campo dei Fiori è un piacere per gli occhi! Infine nei dintorni trovate anche negozi di gastronomia, panetterie e molto altro! Campo dei Fiori è davvero il posto giusto per acquistare delle specialità romane o fare provviste per un bel pic-nic all'aria aperta.

Storico e folcloristico mercato di giorno, Campo dei Fiori quando viene la sera si trasforma in uno dei punti di ritrovo per il nightlife e la movida giovanile. Esplorando le storiche vie nelle vicinanze, troverete bar, ristorantini e negozietti d'artigianato che ancora oggi portano il nome degli artigiani che un tempo vi lavoravano, come Via dei Baullari, Via dei Cappellari o Via dei Giubbonari.

Se volete approfondire la storia di questa piazza leggete qui.

Il nostro breve viaggio alla scoperta della Roma più autentica termina qui! Sperando che vi siate divertiti vi lasciamo con alcuni utili consigli su come raggiungere le principali stazioni ferroviarie di Roma da Campo dei Fiori.

E come sempre buon viaggio e alla prossima!

  • Per arrivare alla Stazione di Roma Termini potete tornare sui vostri passi e in Corso Vittorio Emanuele II, alla fermata C.SO VITTORIO EMANUELE/NAVONA prendete il 64 in direzione Termini per 10 fermate. Come alternativa, sempre da Corso Vittorio Emanuele II, potete raggiungere a piedi Largo di Torre Argentina e prendere il 40 per 6 fermate.
  • Per arrivare alla Stazione di Roma Ostiense, invece, dovete raggiungere a piedi Corso del Rinascimento (400 metri) e dalla fermata RINASCIMENTO prendere il 30 (LAURENTINA) per 7 fermate.
  • Per arrivare alla Stazione di Roma San Pietro, in Corso Vittorio Emanuele II recatevi alle fermata C.SO VITTORIO EMANUELE/S. A. DELLA VALLE e salite sul 64 (P.ZA STAZIONE S. PIETRO) per 8 fermate.
 
Vota il contenuto: 
5
Media: 4.5 (2 votes)

condivisioni