Tra le principali destinazioni in Sardegna dei traghetti da Civitavecchia, Arbatax e dintorni non sono solo un riferimento portuale, ma offrono un’ampia e diversa scelta di località balneari sia attrezzate per le famiglie che selvagge ed incontaminate per chi ama l’avventura.

Già quando si arriva con il traghetto ad Arbatax si può ammirare la bellezza di questa parte della costa sarda. Il porto turistico, situato ai piedi del colorato paesino marinaresco e della collina di Bellavista, è infatti incastrato nelle suggestive Rocce Rosse Grandi, scogliere di Porfido rosso che emergono dal mare e che disegnano uno scenario di incomparabile bellezza, uno dei principali punti di attrazione della frazione costiera.

Il nome Arbatax significa "quattordici" in arabo facendo riferimento alla torre difensiva costiera edificata in epoca spagnola, probabilmente nel 1572, che sarebbe la quattordicesima partendo da sud.

Le Rocce Rosse di Arbatax

Le Rocce Rosse di Arbatax

Come molte zona della Sardegna, anche intorno ad Arbatax esistono diverse zone archeologiche da visitare come la Necropoli di monte Terli, il parco archeologico di San Salvatore, il villaggio romano di San Lussurioso.

Partendo da Arbatax a soli 5 km si arriva nel comune di Tortolì, di cui ne è frazione. Un piccolo paese di poco più di 10.000 abitanti, capoluogo di provincia, insieme a Lanusei, della Provincia dell’Ogliastra che, con i soli 23 comuni e 50 mila abitanti, è la meno popolata d’Italia. Nel centro storico di Tortolì, oltre a poter girare tra palazzotti settecenteschi e ottocenteschi, da qualche tempo è possibile ammirare un’esposizione d’arte contemporanea a cielo aperto, la "Su Logu de S’Iscultura", ovvero il paese della scultura. Tortolì è famosa anche per la produzione del Cannonau dell’Ogliastra.

Attaccato al paese troviamo anche lo Stagno di Tortolì, sul quale, procedendo verso nord, troviamo il Borgo di Girasole tappa obbligata per chi si trova a viaggiare verso le spiagge del golfo di Orosei.

Per chi ha voglia di avventurarsi nell’entroterra, consigliamo di fare un salto alla Tomba dei giganti di Pradu su Chiai, la Tomba dei giganti Sa Carcaredda, il tempietto Sa Carcaredda, il Tempio a megaron S’Arcu e Is Forrus ed il Parco di Santa Barbara, tutte nei pressi di Villagrande e Villanova Strisaili.

LE SPIAGGE DI ARBATAX E TORTOLI'

La spiaggia di Arbatax

La spiaggia di Arbatax

Tornando ad Arbatax, al di là del promontorio di Capo Bellavista si trovano, procedendo verso sud, alcune calette. La prima è Cala Moresca raggiungibile dal porto costeggiando la pineta e, seguendo le indicazioni, una volta al piazzale parcheggio parte un sentiero che porta alla spiaggia. La caletta è molto tranquilla e, sul lato nord, si posso ammirare le rocce rosse di Arbatax.

Capo di Bellavista ad Arbatax

Capo di Bellavista ad Arbatax

Un po' più a sud ovest, passata la Punta Frailis, si giunge in una piazza che affaccia sulla baia di Cala Frailis, a forma di ferro di cavallo, riparata dai venti grazie alle due colline che la proteggono, con l’arenile sabbioso di colore écru, l’acqua poco profonda di colore verde e degli scogli piatti ai lati.

Cala Frailis

Cala Frailis

Proseguendo verso sud lungo la via San Gemiliano, una strada che attraversa una zona con diversi locali pubblici, il santuario e la Torre spagnola del 1639 di San Gemiliano, prendendo una qualsiasi traversa sulla destra si arriva alla Marina di San Gemiliano. Qui troviamo una lunga distesa di sabbia non finissima di colore chiaro che si divide nella spiaggia di San Gemiliano, spiaggia di Basaùra e spiaggia di Sos Flores detta anche spiaggia dell’Aereoporto poiché di trova proprio a ridosso dello scalo di Tortolì ed Arbatax.

Proseguendo verso sud si arriva al Lido di Orri, raggiungibile in auto partendo dal centro di Tortolì e prendendo via Garibaldi e poi a circa 500 metri a sinistra la via Tirreno che porta direttamente, dopo 3 km e mezzo, al Lido. L’arenile molto lungo e largo fatto di sabbia dorata e fine, è intervallato da scogli scuri arrotondati e si sviluppa tra insenature e piccole spiaggette con alle spalle la pineta da dove sbuca il torrente Rio Fodeddu che lo divide in due: la Spiaggia de S’Orologiu e la spiaggia del Lido di Orri.

Lido di Orri

Lido di Orri

Questi sono i nostri suggerimenti restando nella zona di Arbatax e Tortolì ma vi consigliamo anche di avventurarvi per dei sentieri e scoprire le tante calette nascoste lunga la costa. Ora non vi resta che partire, ma prima date uno sguardo al box in fondo alla pagina per le info sui traghetti.

Buona Vacanza!

Info utili

Leggi anche: 

LE SPIAGGE DELL'OGLIASTRA A SUD DI ARBATAX

LE SPIAGGE DELL'OGLIASTRA DEL NORD

COME ARRIVARE

Per informazioni sugli orari di arrivi e partenze dei Traghetti Civitavecchia-Arbatax:

INFO UTILI SUI TRAGHETTI PER ARBATAX

Vota il contenuto: 
5
Media: 4.5 (2 votes)

condivisioni