DURATA

Due o più giorni

Difficoltà

Media

Budget

Media

Le tappe dell'itinerario

  1. La Piramide Cestia

    Orari delle visite, prezzo dei biglietti e tutte le informazioni utili per visitare la Piramide di Roma

  2. Il Circo Massimo

    Circo Massimo: cosa vedere, storia e come arrivare in uno dei siti archeologici più belli di Roma

  3. La bocca della Verità a Roma: dove si trova l’icona di Vacanze Romane?

    Scopri gli orari di apertura, le curiosità, la storia e la leggenda della Bocca della Verità, icona immortale delle Vacanze Romane di Audrey Hepburn

  4. I Fori Imperiali in poche ore

    Visitare i Fori Imperiali in poco tempo: orari di visita e d'ingresso, i prezzi dei biglietti e tutte le informazioni utili

  5. Visitare il Colosseo: immagini, storia, orari e prezzo dei biglietti

    Le immagini, la storia, gli orari, il costo dei biglietti e tutte le informazioni per visitare il Colosseo a Roma, gratis e senza fila

  6. Villa Borghese

    Orari, musei, la galleria borghese ma anche info su parcheggi, sullo zoo Bioparco e le visite con bambini

  7. Via del Corso: shopping e non solo

    Shopping a Roma: come arrivare a Via del Corso e i migliori negozi di via dei Condotti

  8. Il Vittoriano e Piazza Venezia

    Altare della patria e non solo: orari delle mostre e cosa vedere per visitare il complesso del Vittoriano a Piazza Venezia

Vi proponiamo un itinerario suddiviso in due giorni. Il primo giorno vi porteremo indietro di 2.000 anni visitando i quattro siti archeologici più famosi di Roma: la Piramide Cestia, il Circo Massimo, i Fori Imperiali e il Colosseo. Rimarrete a bocca aperta scoprendo un piramide in pieno centro a Roma e non potrete che immaginarvi in mezzo ai gladiatori che lottano contro i leoni nell’arena del Colosseo.
Il secondo sarà un giorno più da relax e svago: partendo da Piazza Venezia scoprirete i segreti e la storia del Vittoriano, proseguirete per una sana passeggiata all’insegna dello shopping di Via del Corso e finirete in una delle ville più rinomante di Roma: Villa Borghese, piena di monumenti, arte, verde e eventi da non perdere.

PRIMO GIORNO

1. Il nostro viaggio alla scoperta di Roma inizia da un posto insolito: la fermata Piramide della metro B. Non appena fuori dalla metropolitana non potrete non notare alla vostra sinistra una gigantesca Piramide. Si tratta della tomba voluta da Caio Cestio, uomo politico romano, che dispose nel testamento un sepolcro a forma di piramide. Eretta tra il 18 e il 12 a.C. è l’unico monumento del genere a Roma. E' possibile visitarla solo con visita didattica o accompagnata. Per tutte le info utili, su prezzi, orari e visite leggi qui.

La Piramide Cestia con affianco Porta San Paolo e i resti delle mura aureliane

La Piramide Cestia con affianco Porta San Paolo e i resti delle mura aureliane

Dietro la piramide troverete un oasi di pace e tranquillità: è il cimitero inglese luogo di sepoltura di tutti gli stranieri acattolici vissuti e morti e Roma. Entrate e durante la piacevole e veloce passeggiata vi meraviglierete scoprendo le tombe di artisti famosi come John Keats, Percy Bysshe Shelley, il figlio di Goethe e Antonio Gramsci.

Sculture, tombe, croci...il cimitero inglese vi sorprenderà

Sculture, tombe, croci...il cimitero inglese vi sorprenderà

Le tombe di Severn e Keats presso il Cimitero inglese

Le tombe di Severn e Keats presso il Cimitero inglese

2. Prendete via della Piramide Cestia e in meno di un chilometro e mezzo arriverete al Circo Massimo. Per la strada troverete alcuni bar dove poter rinfrescarvi e prendere qualcosa da bere o da mangiare. Il Circo Massimo è il circo più antico e famoso di Roma. Qui oltre 2.000 anni fa si svolgevano le corse delle quadrighe. Oggi il Circo Massimo si presenta come un grande parco dove si svolgono grandi eventi, concerti e feste. Camminateci dentro e avrete la sensazione di camminare nella storia

Il Circo Massimo con alle spalle il Colle Palatino

Il Circo Massimo con alle spalle il Colle Palatino

3. Dirigetevi ora verso il lungotevere e prima di arrivare al fiume noterete molto probabilmente una fila alla vostra destra: siete arrivati alla Bocca della Verità, un mascherone in marmo reso famoso dal film Vacanze romane con Audrey Hepburn e Gregory Peck e dalla leggenda che afferma che la sua bocca morda la mano di chi non dice il vero.
Si trova all’interno del pronao della chiesa di Santa Maria in Cosmedin.
Uscendoci non mancate di ammirare la splendida Piazza con la Fontana dei Tritoni e il bellissimo tempio di Ercole.

Molto probabilmente la bocca della verità era un antico tombino del periodo imperiale

Molto probabilmente la bocca della verità era un antico tombino del periodo imperiale

La bellissima Piazza che si estende avanti alla Bocca della Verità con la fontana dei Tritoni e il tempio di Ercole

La bellissima Piazza che si estende avanti alla Bocca della Verità con la fontana dei Tritoni e il tempio di Ercole

4. Continuate la vostra passeggiata dirigendovi verso il centro: prendete via Luigi Petroselli e superate il Teatro Marcello, altra splendido sito della Roma antica voluto da Augusto e ad oggi ancora ben conservato. In meno di un chilometro vi troverete a Piazza Venezia. Superatela, tanto domani partirete proprio da qui per il secondo giorno di visita, e entrate in via dei Fori Imperiali.

Una passeggiata nella storia che vi lascerà a bocca aperta.
Via dei Fori Imperiali

 

Fori Imperiali, una storia lunga più di 2.000 anni

Fori Imperiali, una storia lunga più di 2.000 anni

Fori rappresentano una delle aree archeologiche e storiche più famose e contemporaneamente affascinanti di tutto il mondo.

Farete 
una passeggiata nella storia che vi lascerà a bocca aperta.

Ma cosa sono esattamente i Fori Imperiali? Si tratta di una serie di piazze e monumentali costruite, principalmente dagli imperatori Cesare ed Augusto in meno di 2 secoli, nel cuore di Roma.

Per maggiori informazioni sui Fori Imperiali

5. La vostra passeggiata terminerà davanti al Colosseo, il più grande anfiteatro al mondo, il più famoso monumento di Roma e dell’Italia tanto da essere diventato un vero simbolo all’estero.
Passeggiateci intorno oppure pagate il biglietto ed entrate dentro. L’acquisto del biglietto vi darà diritto a visitare anche il complesso del Foro Romano e il Palatino. Per maggiori informazioni sul Colosseo.

Il Colosseo, veduta dall'interno

Il Colosseo, veduta dall'interno

SECONDO GIORNO

Il punto di partenza del secondo giorno di visita a Roma è Piazza del Popolo, facilmente raggiungibile grazie alla linea A della metropolitana (fermata Flaminio).

6. Usciti dalla metropolitana entrate a Villa Borghese, uno dei parchi più belli di Roma, molto amato da romani e non in quanto localizzato nel cuore di Roma e per questo facilmente raggiungibile. Ma la bellezza di questa villa di ben 80 ettari risiede anche nella vasta offerta culturale e artistica. Villa Borghese si può definire infatti un vero e proprio museo a cielo aperto.
Sono davvero tante le attività che potrete fare: dalla visita al Bioparco, il giardino zoologico di Roma, consigliatissimo per le famiglie con bambini, alla Galleria Borghese, dove potrete trovare opere di Tiziano, Raffaello e Caravaggio. Esistono poi strutture per il tempo libero, il gioco, sculture, fontane, laghetti. Non perdetevi infine il panorama che offre il giardino del Pincio. Concedetevi un po’ di relax in uno dei bar o ristoranti presenti nel parco. La visita di Villa Borghese vi porterà via probabilmente tutta la mattinata.

La meravigliosa veduta su Roma che offre la terrazza sul Pincio a Villa Borghese

La meravigliosa veduta su Roma che offre la terrazza sul Pincio a Villa Borghese

7. Ritornate ora a Porta Pinciana, l’ingesso dal quale siete entrati questa mattina, e dirigervi verso Piazza del Popolo. E’ una delle piazze più grandi di Roma, molto suggestiva e teatro di concerti ed eventi di grande rilevanza durante i mesi più caldi.
Buttate via le vostre guide e mettete da parte le macchine fotografiche: è arrivato il momento dello shopping! Via del Corso è un rettilineo di circa un chilometro e mezzo pieno zeppo di negozi, souvenir, ambulanti, ma anche chiese, monumenti, banche, enti e istituzioni politiche importanti. Unisce Piazza del Popolo con Piazza Venezia. Da via del Corso si ramificano vicoli e stradine anch’esse piene di negozi interessanti, belli e a volte costosissimi. E’ il caso di via dei Condotti una strada piena di boutique di alta moda dove è possibile trovare il fior fiore dei brand italiani e internazionali: Dolce & Gabbana, Salvatore Ferragamo, Louis Vuitton, Valentino, Laura Biagiotti, Prada, Gucci, Zegna, Tod’s. Via Condotti termina in Piazza di Spagna. Sedetevi sugli scalini di Trinità dei Monti e divertitevi ad osservare turisti e gente del posto.

 

Buttate via le vostre guide e mettete da parte le macchine fotografiche: è arrivato il momento dello shopping
Via del Corso, la via dello shopping  a Roma 

L'inizio di Via del Corso lato Piazza Venezia. Sullo sfondo si nota il Vittoriano

L'inizio di Via del Corso lato Piazza Venezia. Sullo sfondo si nota il Vittoriano

Via dei Condotti e Piazza di Spagna fotografate dagli scalini di Trinità dei Monti.

Via dei Condotti e Piazza di Spagna fotografate dagli scalini di Trinità dei Monti.

8. Via del Corso termina a Piazza Venezia, una delle piazze più trafficate e turistiche del centro di Roma. Sia per la vicinanza di siti archeologici di interesse mondiale, come i Fori Imperiali e il Colosseo, sia per la presenza dell’Altare della Patria, conosciuto anche come Vittoriano o “La macchina da scrivere” come alcuni romani amano definirla con toni ironici e un po’ dispregiativi.
Per maestosità e importanza culturale e storica Piazza Venezia rappresenta l'Italia degli ultimi due secoli e il simbolo dell’unità d’Italia. Il Vittoriano è un opera ideata da Giuseppe Sacconi, realizzata in marmo botticino, piena di monumenti realizzati nei diversi anni da svariati artisti. Salite le scale e osservate le diverse sculture e opere d’arte. Per una visita guidata leggete qui. All'interno del monumento si trovano degli spazi espositivi dedicati alla storia del Vittoriano stesso, il Sacrario delle bandiere e la sede del Museo centrale del Risorgimento, che ripercorre il percorso che portò all'unità d'Italia e che ospita spesso interessantissime mostre.

Uno spicchio di Piazza Venezia fotografata dall'Altare della Patria

Uno spicchio di Piazza Venezia fotografata dall'Altare della Patria

Il tour di Roma in 2 giorni termina qui. Fateci sapere se vi è piaciuto e se vi siete ritrovati nei nostri consigli. Commentate qui sotto e condividete questo itinerario con i vostri amici.

Vota il contenuto: 
Media: 4.5 (2 votes)

condivisioni