MODELLO 231

Il Decreto Legislativo 231/01 introduce e disciplina nel nostro ordinamento la responsabilità amministrativa degli enti, i quali rispondono per la commissione o tentata commissione di reati, individuati dal Decreto stesso, commessi da soggetti identificati e nell’interesse o a vantaggio della società stesse. Il Decreto prevede l’esclusione di responsabilità della società qualora sia dimostrato che (art. 6 del D.lgs. 231/01):

  • Il Consiglio di Amministrazione ha adottato ed efficacemente attuato un modello idoneo a prevenire i reati delle specie di quello verificatosi;
  • Il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello e di curare il loro aggiornamento è stato affidato ad un organismo dell’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo (“l’Organismo di Vigilanza”);
  • Le persone hanno commesso il reato eludendo fraudolentemente il Modello;
  • Non vi è stata omesso o insufficiente vigilanza da parte dell’Organismo di Vigilanza.

Port Mobility ha quindi deciso di adottare un complesso di regole, processi e procedure finalizzate alla prevenzione dei reati attraverso l’implementazione di un adeguato sistema organizzativo, denominato Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, approvato dal Consiglio di Amministrazione.

L’adozione del Modello favorisce il rigore, la trasparenza e il senso di responsabilità nei rapporti interni e con il mondo esterno, offrendo al contempo le migliori garanzie di una gestione efficiente e corretta.

Il Modello di Port Mobility è costituito da una Parte Generale e da Parti Speciali, una per ogni tipologia di reato da prevenire.

Contestualmente all’adozione del Modello, è stato istituito il relativo Organismo di Vigilanza, al cui possono essere inviate segnalazioni di violazioni, sospette e non, all’indirizzo email odvportmobility@portmobility.it, oppure all’indirizzo: Organismo di Vigilanza, Port Mobility S.p.A., Località Prato del Turco snc, 00053 Civitavecchia.

Modello Organizzativo PDF

CODICE ETICO

Contemporaneamente all’adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo Port Mobility ha adottato il proprio Codice Etico, approvato sempre dal Consiglio di Amministrazione. Gli organi sociali, il management e i dipendenti della società così come tutti i collaboratori esterni, i fornitori e coloro che intrattengono rapporti con la società sono tenuti all’osservanza dei principi contenuti nel Codice Etico che definisce l’insieme dei principi e dei valori a cui Port Mobility si ispira nella conduzione dei suoi affari e fissa le regole di condotta.

Il Codice rappresenta un principio generale non derogabile del Modello 231 del quale è parte integrante, e spetta all’Organismo di Vigilanza il controllo sul rispetto dei principi e dei comportamenti menzionati nel presente Codice Etico.

Codice Etico PDF

Vota il contenuto: 
Il contenuto non è stato ancora votato da nessuno

condivisioni